9

Recensione Resident Evil 2 - Capcom insegna al mondo come si fa un remake

A distanza di oltre vent'anni Capcom riporta sui nostri schermi la storia di Leon e Claire e lo fa con un remake che lascerà il segno: Resident Evil 2 è impressionante.

Capcom fa le cose per bene

Non potevamo che iniziare la nostra recensione di Resident Evil 2 parafrasando una nota pubblicità di tanti anni fa e non è una provocazione: questa volta Capcom ha inanellato una combo di scelte azzeccate, una via l'altra. Sono passati più di vent'anni da quanto, nel 1998, Capcom sfornò quel piccolo capolavoro che fu Resident Evil 2, consci del successo del primo episodio Shinji Mikami (prima) e Hideki Kamiya (poi) riuscirono a mettere insieme un prodotto che fece andare in brodo di giuggiole milioni di videogiocatori. Più volte ci siamo trovati a discutere su queste pagine di quanto i lavori di "remaster" ci siano sempre sembrati un po' "fini a se stessi", motivo per il quale eravamo particolarmente contenti che l'operazione su Resident Evil 2 era completamente diversa e in effetti il risultato è imparagonabile. Se siete curiosi e non state più nella pelle dalla voglia di sterminare zombie non dovete far altro che continuare a leggere la nostra recensione di Resident Evil 2.

Resident Evil 2
 

La trama di Resident Evil 2

Resident Evil 2 è ambientato pochi mesi dopo gli avvenimenti accaduti in Resident Evil, Raccoon City è ormai invasa dagli zombi, creature frutto degli esperimenti della Umbrella Corporation. I nostri eroi Leon Kennedy e Claire Redfield si incontrano in una stazione di servizio poco fuori Raccoon City, Leon è un poliziotto e Claire una ragazza come tante altre che sta cercando di arrivare in città sulle tracce del fratello scomparso. E' proprio nella stazione di servizio che i due si rendono conto che qualcosa di grosso bolle in pentola e, fuggiti da un assalto di morti viventi, i due si dirigono verso la centrale di polizia di Raccoon City vero teatro delle vicende che seguiranno nella trama. Non avanzeremo oltre nel raccontarvi quello che succede a livello di narrazione perchè non vogliamo rovinare la sorpresa a nessuno (o almeno a chi non già giocato la versione "classica" di Resident Evil 2). All'inizio del gioco potete scegliere se affrontare l'avventura nei panni dell'aitante Leon o della determinata Claire ma non pensiate che la scelta sia "unica", in realtà per assistere al finale completo del titolo dovrete infatti rigiocare l'avventura più volte, e più precisamente due volte nei panni di Leon e due in quelli di Claire. Il nostro consiglio è quello di scegliere (almeno per la prima run) il personaggio che trovate più "adatto" all'atmosfera del titolo, che riesca in qualche modo a farvi immergere di più nel mondo di gioco perchè nelle run successive la tensione provata cala drasticamente (ed è anche abbastanza normale). Ma perchè vi parliamo di quattro run per ottenere il vero finale se i protagonisti sono due? Il motivo è presto detto, terminando il gioco con Leon sbloccherete la storia alternativa di Claire e viceversa. Considerate che, per portare a termine ogni run impiegherete indicativamente tra le otto e le dieci ore (tempo che tenderà a scendere nelle run successive poichè conoscerete indicativamente già luoghi e avversari, mantenendo quindi una longevità decisamente buona. Considerate che il tempo che abbiamo indicato è valutato giocando il gioco a difficoltà media, ne parleremo più approfonditamente nel paragrafo successivo ma sappiate che Resident Evil 2 non è una passeggiata di salute e per molti versi risulta difficile e punitivo quanto il gioco originario.

Resident Evil 2
 

Il gameplay di Resident Evil 2

Ma se la storia è rimasta pressoche la stessa cosa è cambiato in Resident Evil 2 (a parte la componente artistica e tecnica come potete notare da soli guardando gli screenshot)? Beh ma il gameplay ovviamente! Il nostro "ovviamente" è in realtà poco ovvio (scusate il gioco di parole) perchè quello che ha fatto Capcom è un piccolo miracolo. La software house nipponica ha infatti preso una serie di decisioni quantomeno coraggiose (sopra tutto considerando il nome del gioco a cui si fa riferimento) ed è riuscita in quello che molti ritenevano impossibile: reinventare il gameplay di Resident Evil 2 ai giorni nostri. Avevamo già visto come Capcom aveva cambiato rotta al brand col riuscitissimo ultimo capitolo della saga (potete leggere la nostra recensione di Resident Evil 7 per XBOX One) rimettendo "in pista" il titolo e ridando ai fan un capitolo in grado di omaggiare il passato ma inserendo una serie importante di innovazioni. La stessa cosa, anche se in modalità diverse, è successa per Resident Evil 2, ma andiamo con ordine e vediamo insieme cosa cambia, pad alla mano, in questo remake. La prima grossa differenza che si nota immediatamente è la visuale libera (ripresa a piene mani da Resident Evil 4), questa scelta che possiamo ritenere per certi versi obbligata, da già da sola una svecchiata importante al gameplay (proprio pochi giorni fa scrivevamo quanto la visuale fissa di Onimusha fosse difficile da digerire per il pubblico moderno).  Non è solo la visuale ad essere cambiata, ma troviamo infatti tante picocle modifiche nel gameplay che non snaturano la produzione ma che la ammodernano e non di poco: troviamo infatti i respawn delle munizioni durante gli scontri con i boss (e no, non agitatevi, non sono per niente più facili delle vecchie versioni), anche il sistema di salvataggio è stato modificato, ora per salvare dovrete sempre trovare le macchine da scrivere ma non avrete bisogno di cercare prima i nastri di inchiostro. Il sistema di mira è stato completamente rivisto e vi servirà un po' di tempo per prendere confidenza con le armi da fuoco ed evitare di sprecare tonnellate di preziosissime munizioni. Il cambio di visuale ha obbligato gli sviluppatori anche a rivedere parte della struttura della stazione di polizia di Raccoon City, se infatti la maggior parte delle ambientazioni sono prese di sana pianta dal capitolo originale Capcom ha deciso di introdurre delle nuove location che variano parzialmente l'avanzamento del titolo. Se da un lato il nuovo Resident Evil 2 si avvicina a meccaniche di gioco più moderne e contemporanee dall'altro il titolo non ha perso nulla sul piano della tensione trasmessa al giocatore, anzi per certi versi la sensazione di ansia ora è anche più palpabile merito sopra tutto di una gestione della telecamera che zooma automaticamente in determinati contesti per focalizzarsi meglio sull'azione. Pad alla mano il titolo di Capcom si rivela brillante e mai scontato, i controlli sono precisi e le movenze dei nostri protagonisti sono tutto fuorchè legnose, i nostri eroi si muovono (compatibilmente col terreno e le ambientazioni) in modo fluido e non abbiamo mai riscontrato ritardi nelle risposte dei comandi o altri problemi di sorta. Non poteva ovviamente mancare la componente puzzle del titolo con enigmi piacevoli da risolvere e mai cervellotici che riescono perfettamente a "tagliare" la tensione e far tirare il fiato al giocatore. Infine, ma non vogliamo spoilerarvi nulla, durante il gioco potrete prendere il controllo anche di altri personaggi dove il gameplay prende connotazioni (in certi frangenti) più stealth e mostra un'altra faccia della medaglia di Resident Evil 2.

Resident Evil 2
 

L'arte e la tecnica di Resident Evil 2

Come avrete ben potuto rendervi conto guardando gli screenshot in questa pagina Resident Evil 2 è una vera e propria gioia per gli occhi: il RE Engine si è dimostrato all'altezza della produzione e dal punto di vista tecnico il lavoro svolto da Capcom è ineccepibile. Ottimo il level design (come scrivevamo poco sopra), così come la cura riposta nella realizzazione dei vari scenari e delle ambientazioni dove si muovono i nostri protagonisti. Dopa ver provato la demo eravamo un po' preoccupati per la qualità altalenante di alcune texture (niente di eclatante sia chiaro), problema che nella versione finale del titolo sembra scomparso completamente dai radar. Molto buona anche la gestione dell'illuminazione, elemento fondamentale per creare atmosfera e trasmettere la sensazione di paura, così come la gestione dei riflessi. Chiudiamo con la componente audio, e anche qui dobbiamo fare i complimenti agli sviluppatori, sia dal punto di vista degli effetti audio che da quello della colonna sonora. Infine, non l'avevamo ancora scritto ma aspettavamo di chiudere per darvi l'ultima buona notizia, Resident Evil 2 è completamente localizzato in italiano con un doppiaggio eccellente e con delle traduzioni praticamente perfette. Dal punto di vista tecnico non abbiamo riscontrato nessun problema, rallentamento o crash durante le nostre partite, partite che sono state giocate su XBOX One

Resident Evil 2

Resident Evil 2

Capcom sale in cattedra e spiega al mondo videoludico come si fa un remake: Resident Evil 2 riesce nel difficile compito di prendere un capolavoro del passato e portarlo ai giorni nostri mantenendo intatta la tensione e le emozioni che erano i pilastri portanti del titolo originale. Resident Evil 2 inoltre riesce ad essere un titolo adatto sia a chi ha adorato la versione originale che per chi si avvicina per la prima volta al titolo Capcom. Speriamo che questa operazione convinca anche altri produttori a seguire la medesima (anche se più faticosa e di certo dispendiosa) strada.

9

Trama 9

Gameplay 9

Arte e tecnica 9

Pro:

tecnicamente impressionante

un classico riadattato

Contro:

frustante in alcune sezioni

Potrebbe interessarti anche

Resident Evil 2 è disponibile per PC e console

Resident Evil 2 è disponibile per PC e console

Capcom ha annunciato oggi che la rivisitazione attesissima del classico horror Resident Evil 2 è disponibile.

Resident Evil 2 esce tra due giorni, ecco il trailer di lancio

Resident Evil 2 esce tra due giorni, ecco il trailer di lancio

Resident Evil 2 esce tra due giorni Capcom pubblica il trailer di lancio

Nuova demo a tempo per Resident Evil 2

Nuova demo a tempo per Resident Evil 2

La nuova 1-Shot Demo di Resident Evil 2 sarà disponibile solo per un periodo limitato su PlayStation 4, Xbox One e PC!

Nuovi dettagli per Resident Evil 2

Nuovi dettagli per Resident Evil 2

Al Tokyo Game Show, Capcom ha svelato un Nuovo trailer per uno dei suoi titoli più attesi che mai, Resident Evil 2, che offrirà ai giocatori un punto di partenza completamente nuovo per questo classico survival, capolavoro dell’horror.

Nuove immagini per il remake di Resident Evil 2

Nuove immagini per il remake di Resident Evil 2

Capcom ha pubblicato nuovi screenshot per Resident Evil 2. Il capolavoro che ha definito un genere, torna ricostruito da zero con una grafica mozzafiato e un sistema di controllo aggiornato per offrire un'esperienza narrativa più profonda.

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store