6

Recensione Fallout 76 - La caduta dei giganti

Fallout è un brand molto amato dai videogiocatori e i cambiamenti possono portare a vere e proprie ribellioni da parte della community. Con Fallout 76 Bethesda sembra aver fatto un passo falso, ma andiamo con ordine e vediamo cosa funzione e cosa no

La caduta dei giganti

E' vero che più sono grossi più fanno rumore quando cadono e Fallout 76 è qui, a suo malgrado, a dimostrarlo. Fin dal suo annuncio il nuovo titolo di Bethesda fu bersagliato da critiche, dubbi e perplessità: l'idea di portare Fallout in un mondo online sembrò per molti una forzatura, nei mesi successivi poi Bethesda annuncio dopo annuncio, notizia dopo notizia ha cercato di riportare l'attenzione sul suo nuovo titolo. Non tutto è andato però come il grande publisher sperava, seguiteci nella nostra recensione di Fallout 76.

Fallout 76
 

La trama di Fallout 76

C'è poco da dire, gran parte del successo di Fallout (sia prima che dopo essere passata sotto l'ala di Bethesda) è dovuta alla sua ambientazione, alla "magia" che il brand ha saputo creare, alle trame e sottotrame che gli sviluppatori hanno saputo tessere nel canovaccio narrativo. Anche se molti hanno criticato aspramente Bethesda per il quarto capitolo di Fallout indicandolo come un passo indietro dal punto di vista ruolistico e in alcuni casi etichettandolo come "FPS con le abilità" a conti fatti Fallout 4 si è dimostrato un ottimo titolo. Ma perchè abbiamo fatto questa premessa e non abbiamo iniziato subito a parlare della trama di Fallout 76? Pechè in questo nuovo capitolo Bethesda ha preso una scelta che definire radicale è poco: in Fallout 76 non esistono NPC: avrete a che fare solo ed esclusivamente con robot. Questa scelta da parte di Bethesda è veicolata dal fatto che Fallout 76 è un prequel ambientato 25 anni dopo il disastro nucleare, prima di tutti gli altri Fallout. Noi (e i nostri amici, ma lo vedremo più avanti) siamo chiamati a ripopolare la terra e a cercare di far tornare l'America il grande paese che è stato (Make America Great Again!). A differenza degli altri vault il Vault 76 non è un luogo creato per effettuare test, il vero scopo del Vault 76 era quello di poter custodire i migliori uomini e donne d'America e utilizzarli per ripopolare (e ricostruire) il paese. Eccoci quindi a creare il nostro personaggio con lo stesso editor che avevamo già visto in Fallout 4 e ad emergere dal Vault 76 sulle tracce del nostro sovraintendente che ha lasciato il vault prima di noi. Se fate parte di quella fetta di videogiocatori che si affeziona ai personaggi secondari, agli NPC e rimane affascinato dalle interazioni che possono nascere durante i dialoghi nei giochi di ruolo qui resterete sicuramente delusi perchè in Fallout 76 vi interfaccerete solo (almeno per quanto concerne la trama principale) con robot e olonastri. Il racconto che ci vede protagonisti è anche interessante e non vogliamo spoilerarvi nulla a riguardo (essendo forse la parte più solida della produzione), vi diciamo solo che vi troverete a percorrere luoghi molto più rigogliosi e verdi di quelli a cui siamo stati abituati nei precedenti Fallout e la storia mostra dei risvolti interessanti (anche superiori a quelli visti in Fallout 4).

Fallout 76
 

Il gameplay di Fallout 76

Se dal punto di vista della trama Fallout 76 pur non eccellendo riesce a "tenere botta" (sopra tutto se si considera che il titolo è multiplayer) è dal punto di vista del gameplay (e ancora peggio da quello tecnico) che Fallout 76 presta il fianco alle maggiori critiche. Quando Bethesda annunciò Fallout 76 i fan di tutto il mondo andarono in visibilio: un Fallout online, la possibilità di esplorare in compagnia di amici le terre martoriate dalle bombe atomiche aveva attivato nella mente dei videogiocatori una cascata di idee e prospettive che fino a poco tempo prima erano solo e semplicemente sogni nel cassetto. Poi in realtà si scoprì che Fallout 76 non era "proprio un RPG", aveva delle contaminazioni da survival, poco male, qualche meccanica in più non avrebbe certo guastato! Poi arrivarono i primi video, e da quelli cominciarono ad emergere i primi dubbi: ma il sistema SPAV in ambiente multiplayer (il sistema che consente in Fallout 3 e 4 di rallentare il tempo per colpire diversi punti degli avversari), poi arrivò la tegola del "nessun NPC, solo robot" e infine la notizia che anche il sistema di progressione del personaggio sarebbe stato modificato con un sistema di "carte" quindi rendendo più "casuale" la crescita del proprio alter-ego. Avevamo provato la C.L.O.S.E.D. B.E.T.A. (qui potete leggere la nostra anteprima di Fallout 76) e avevamo visto che in effetti il meccanismo dello S.P.A.V. funzionava abbastanza bene, eravamo anche rimasti colpiti positivamente dalla "densità di cose" presenti in giro per la mappa ma il dubbio che qualcosa non quadrasse nel gameplay generale ci era rimasto e, purtroppo, è riconfermato qui. Sia ben chiaro, le interazioni che possiamo avere con gli altri giocatori in giro per la mappa di gioco sono quelle che dovrebbero essere, possiamo aiutarli, possiamo decidere di "fare i cattivoni" ma purtroppo, come nella beta, anche nella versione definitiva ogni cosa che cerchiamo di fare è piagata da bug che risultano non solo fastidiosi ma molto spesso sono bloccanti. Non ci sono solo cattive notizie però, alcune meccaniche funzionano: la possibilità di creare dei campi base, le interazioni con i vari giocatori così come la parte di survival ben calibrata rende Fallout 76 interessante ma purtroppo siamo ben lontani da quello che si potrebbe definire "capolavoro". Chiudevamo la nostra anteprima dicendo che, a quindici giorni di distanza dalla release ufficiale Bethesda aveva molto lavoro da fare e siamo qui, oggi dopo svariate ore di gioco, a ripetere le stesse parole: Fallout 76 necessita ancora di tanto, tanto lavoro, sopra tutto dal punto di vista tecnico (e qui son davvero dolori) ma ne parliamo più approfonditamente nel prossimo paragrafo. Ah c'è anche un'ultima brutta notizia: le microtransazioni: visto il costo del pacchetto base Bethesda poteva tranquillamente lasciarle fuori da Fallout 76. 

Fallout 76
 

L'arte e la tecnica di Fallout 76

Ed eccoci arrivati a parlare del vero (e maggiore) problema di Fallout 76: il suo comparto tecnico. Qui non ci sono giustificazioni o scuse che reggano: non è possibile usare ancora, nel 2018, il motore grafico di Fallout 4 sopra tutto se si considera che Fallout 76 è un titolo multiplayer e che, di conseguenza, si porta dietro una serie di problematiche in più. Anche se l'impatto di alcune ambientazioni può risultare interessante è chiaro come Fallout 76 sia decisamente indietro rispetto alle produzioni più attuali, Red Dead Redemption 2 su tutte, ma anche senza scomodare il capolavoro Rockstar è visibile a tutti che la pur ottima direzione artistica non riesce a sopperire alle mancanze tecniche del motore grafico. Purtroppo però non parliamo solo di "numero di poligoni", "texture slavate" o di "frame rate": Fallout 76 è un autentico colabrodo, i bug sono ovunque e molti di questi rendono il titolo ingiocabile. A prescindere che è inconcepibile rilasciare un prodotto in queste condizioni, la domanda che ci sorge spontanea è: "ma Bethesda ha fatto dei test prima di rilasciare il titolo?". Possiamo capire la complessità di creare e gestire un titolo come Fallout 76 ma l'idea che si è fatta largo tra pubblico e critica è che Bethesda abbia preso un po' sottogamba il progetto. E' un vero peccato che la componente tecnica sia così fallata perchè dal punto di vista artistico Fallout 76 è invece interessantissimo: la "nuova" ambientazione da uno sguardo nuovo sulla zona contaminata, anche il fatto di aver utilizzato solo robot e audionastri come interfaccia di comunicazione è, se non altro, alternativo. Inoltre la realizzazione di alcuni ambienti ci ha lasciato davvero con la bocca aperta, alcune location sono decisamente ispirate e originali. Ottima anche la colonna sonora (come sempre nelle produzioni relative al brand Fallout) e riesce a calarci ancora di più nell'ambiente. Nota positiva per tutti i non-anglofoni: Fallout 76 è completamente tradotto in italiano quindi non avrete nessun problema a seguire la storia, la traduzione tra le altre cose è anche di buona qualità.

Fallout 76

Fallout 76

Fallout 76 è stata una grande delusione. Il titolo di Bethesda (gonfiato da un hype non indifferente) non riesce ad essere incisivo come, per un titolo della serie, ci si aspetta. Il problema più grosso però non è da trovarsi nella componente narrativa, ne in quella di gameplay quanto in quella tecnica: semplicemente Fallout 76 è pieno di problemi, bug e malfunzionamenti che minano l'essenza stessa del titolo. La speranza è che ora Bethesda si metta china sulla scrivania e si dedichi, seriamente, alla risoluzione dei problemi e a convincere i giocatori a tornare sui propri passi: il mondo videoludico ha bisogno di un nuovo Fallout (magari anche multiplayer) ma sicuramente non a queste condizioni. 

6

Trama 6

Gameplay 7

Arte e tecnica 4

Pro:

territorio vastissimo

ambientazione originale

Contro:

motore grafico datato

frustrante sotto diversi aspetti

Potrebbe interessarti anche

E' ora di emergere: Fallout76 è disponibile

E' ora di emergere: Fallout76 è disponibile

Bethesda, ha annunciato che Fallout 76 è ora disponibile in tutto il mondo sia in digitale sia in versione fisica per Xbox One, PlayStation 4 e PC.

Scopri i Racconti della Virginia Occidentale con Fallout 76

Scopri i Racconti della Virginia Occidentale con Fallout 76

Il mondo di Fallout 76 è immerso nel mistero. Ma quando non sei impegnato a scoprire cos’è successo a tutti quanti dopo la caduta delle bombe, potresti finire per porti una domanda diversa: cos’è quella figura che si muove nell’ombra? La risposta potrebbe non essere gradevole come vorresti.

Disponibile un live action trailer per Fallout 76

Disponibile un live action trailer per Fallout 76

L’attesa per Fallout 76 volge al  termine, e già oggi puoi guardare il trailer liver action! Preparati a scoprire una nuova, selvaggia Zona Contaminata nel cuore della Virginia Occidentale nel mondo aperto più grande e dettagliato mai visto nella serie.

Fallout 76 e HYPEBEAST presentano Helmets for Habitat

Fallout 76 e HYPEBEAST presentano Helmets for Habitat

Bethesda, in associazione con Microsoft e HYPERMAKER, l'agenzia creativa di HYPEBEAST è pronta a dare il via a #HelmetsforHabitat, un’iniziativa di beneficenza che mette all’asta caschi personalizzati per armature atomiche di Fallout 76.

Nuovi screenshot dalla B.E.T.A. di Fallout 76

Nuovi screenshot dalla B.E.T.A. di Fallout 76

Bethesda ha pubblicato dei nuovi screenshot direttamente dalla closed B.E.T.A. di Fallout 76

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store