7.5

Recensione Tropico 6 - El Presidente non perdona!

Kalypso Media e Limbic Entertainment ci riportano nelle soleggiate isole di Tropico con l'ultimo capitolo: Tropico 6. Rivestiamo i panni di El Presidente e controlliamo un paradiso in terra!

Fuori piove, governo ladro!

Acqua cristallina, spiagge incontaminate, sole tutto l'anno... Beh sembra che il paradiso esista anche qui sulla terra, ma siamo sicuri che i "paradisi tropicali" lo siano anche di fatto oltre che di nome? Tropico 6 è qui per portarci esattamente in un arcipelago tropicale dove noi, nei panni di El Presidente siamo chiamati a gestire ogni elemento della vita quotidiana occupandoci di tutti i problemi che sembrano sorgere, con il sole, ogni sacrosanto giorno. Se siete pronti a tuffarvi in un mare (cristallino) di problemi politici e gestionali seguiteci nella nostra recensione di Tropico 6.
 
Tropico 6
 

La trama di Tropico 6

Partiamo subito col dire che Tropico 6 non ha una vera e propria modalità campagna, l'ultima fatica dei ragazzi di Limbic Entertainment (autori di Might & Magic Heroes) pubblicata da Kalypso Media non vi metterà alle prese con campagna condita da una storia e una narrazione uniche e importanti ma vi porrà di fronte a vari scenari narrativi (15 per l'esattezza) che vi porteranno a conoscere il mondo di gioco e i suoi aspetti. A differenza di quanto visto negli ultimi due capitolo (stiamo parlando di Tropico 4 e Tropico 5) in Tropico 6 avrete modo di affrontare diversi tipi di problemi e, e qui viene il bello, potrete decidere che approccio adottare creando, di fatto, situazioni diverse ad ogni run. 

Se poi non vi bastassero le quindici missioni "standard" la modalità sandbox vi garantirà ulteriori possibilità, considerate poi che gli scenari liberi sono personalizzabili scegliendo il livello di difficoltà, l'ampiezza della mappa, l'aggressività degli avversari e le nostre disponibilità economiche: insomma avrete di che perderci la testa. 
Oltre a tutto quello che vi abbiamo raccontato qui sopra dovete tenere presente che in Tropico 6 avrete modo di affrontare un vero e proprio sviluppo dell'arcipelago che va dal periodo coloniale fino ai giorni nostri; ogni epoca ha, ovviamente, i suoi particolari e le sue caratteristiche. 

Non poteva mancare in questa nuova incarnazione di Tropico l'umorismo tipico della serie, in grado di smorzare sul nascere anche le scelte più crude e becere che potremo andare a prendere: Tropico 6 sdrammatizza molto (e ci riesce alla grande) i problemi che ogni "buon dittatore" è chiamato risolvere.
 
Tropico 6
 

Il gameplay di Tropico 6

Partiamo dalle basi: Tropico 6 è, in buona sostanza, un simulatore di dittatura, al comando dello stato di Tropico siamo infatti chiamati a gestire e tenere sotto controllo tutto quello che riguarda la vita dello stato e dei suoi cittadini. Il titolo di Limbic Entertainment ci mette a disposizione una serie di strumenti con cui garantire la sopravvivenza e lo sviluppo del nostro angolo di paradiso. E' vero che da grandi poteri derivano grandi responsabilità e infatti molti saranno i poteri e le possibilità che la nostra carica di presidente ci mette tra le mani. 

Non abbiate però paura, Tropico 6 guida il giocatore sia nell'apprendimento delle meccaniche di base (grazie sopra tutto ad un sistema di scenari narrativi con obiettivi ben definiti), sia nella gestione quotidiana dei piccoli (e grandi) problemi che ogni nazione porta con se (con un sistema di missioni in game che scandiscono la vita di noi poveri dittatori quotidianamente). Ogni decisione che siamo chiamati a prendere avrà però delle conseguenze tangibili che, spesso, si ripercuoteranno nel tempo ed è per questo motivo che ogni volta che dobbiamo decidere quanto investire nella ricerca, piuttosto che come cercare di controllare gli avversari politici o di che operazioni lanciare contro gli stati vicini dobbiamo stare molto attenti a che scelta prendiamo. 

Spediamo infine due parole su quantità di contenuti e giocabilità e disposizione degli elementi a video. Ottimo il lavoro svolto dai ragazzi di Limbic Entertainment per quello che riguarda i controlli e il loro adattamento al pad: in Tropico 6 è sempre semplice e chiaro come effettuare un comando così come è semplice e pulita l'interfaccia di gioco. E' ovvio che il classico connubio mouse+tastiera offre risultati migliori ma è anche vero che per essere su console il titolo si è dimostrato ampiamente giocabile e godibile. Piccola nota di demerito va invece al sistema economico del gioco: poco sviluppato e molto semplicistico, non pretendevamo un sistema eccessivamente complesso ma qualcosa di più "realistico" ci avrebbe accontentato di più.
 
Tropico 6
 

L'arte e la tecnica di Tropico 6

Poteva mancare la nostra piccola disamina sul comparto artistico e tecnico di Tropico 6? Ma certo che no! Ed infatti eccoci qui a parlarne, partiamo dal presupposto che il titolo di Limbic Entertainment non nasce per essere un benchmark delle prestazioni di una console o di un PC ma non per questo gli sviluppatori han dormito sugli allori.

Partiamo subito parlando della componente artistica del titolo, Tropico 6 ricalca fedelmente il solco già tracciato dai precedenti capitoli portando al giocatore un titolo scanzonato, irriverente e che tende a ironizzare su diversi aspetti culturali e tipici delle dittature. In questa "repubblica delle banane" che è poi l'isola di Tropico, nei panni di El Presidente ci siamo più volte ritrovati a promuovere iniziative poco "delicate" ma la forza del titolo pubblicato da Kalypso Media sta proprio nel riuscire a sdrammatizzare e a "buttarla sul ridere" in ogni situazione. Tropico 6 si rifà a tutti i clichè più tipici delle dittature sud americane con un sacco di riferimenti (più o meno espliciti) a personaggi realmente esistiti (chi ha detto Fidel Castro?) e lo fa bene, mantenendo saldo il suo attaccamento alla tradizione che il titolo stesso è stato in grado di creare.

Tecnicamente parlando Tropico 6 si è comportato decisamente bene durante la nostra prova su XBOX One X e non ci aspettavamo, in effetti, un risultato molto diverso. Il titolo gira fluido e l'impatto scenico è ben riuscito, con dettagli ben definiti e un colpo d'occhio che appaga la vista. La stessa cosa si può dire per il comparto audio che tiene compagnia durante le partite senza essere mai troppo invasivo.
 
Tropico 6

Tropico 6

Tropico 6 è un titolo ancorato alle sue tradizioni, se così possiamo chiamarle, che non cerca di innovare ma più che altro tenta di mantenere (e ampliare) quanto è già stato fatto dai precedenti capitoli. Ci sarebbe piaciuto che gli sviluppatori si fossero impegnati un po' di più sul fronte della gestione dell'economia e del mercato in generale: gestione che risulta un po' troppo semplicistica. C'è da dire anche che il lavoro svolto dai ragazzi di Limbic Entertainment è buono, sopra tutto se si considera che abbiamo giocato senza grossi problemi su XBOX One X con il pad. Difficile consigliare Tropico 6 a chiunque, forse ci risulta più facile consigliarlo a chi non si è mai avvicinato al brand piuttosto che ai giocatori più scafati proprio in virtù dei problemi di "semplificazione eccessiva" di alcune dinamiche di gioco.

7.5

Trama 7

Gameplay 8

Arte e tecnica 7

Pro:

perfettamente adattato per le console

missioni interessanti

Contro:

alle volte troppo sopra le righe

sistema economico da rivedere

Potrebbe interessarti anche

Tropico 6 avrà versione fisica ricca di contenuti: la El Prez Edition

Tropico 6 avrà versione fisica ricca di contenuti: la El Prez Edition

Tropico 6: El Prez Edition è prenotabile ora e include un quantitativo esagerato di contenuti speciali.

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store