7.5

Recensione MXGP 2019 - Milestone ci riporta sugli sterrati di motocross

Milestone ci riporta sui circuiti di motocross con MXGP 2019, vediamo insieme i dettagli di questa nuova release nella nostra recensione

Tutti in sella!

Fresca della nuova acquisizione da parte di THQ Nordic, Milestone riporta sui nostri monitor e TV l'ultima versione del proprio simulatore di moto cross: eccoci a parlare di MXGP 2019. Lo scorso anno abbiamo recensione MXGP Pro e, al netto di una realizzazione tutto sommato buona, il titolo non ci aveva fatto gridare al miracolo. Vediamo quindi se gli studi milanese sono riusciti a strabiliarci con questa nuova incarnazione del brand, scopriamolo insieme nella nostra recensione di MXGP 2019.
 
MXGP 2019
 

La trama di MXGP 2019

Dal punto di vista di trama e narrativa l'ultima fatica di Milestone non ha molto da dire agli appassionati di moto cross, MXGP 2019 infatti non presenta praticamente nulla sotto questo profilo e, al netto della stagione attuale (che ci permette di entrare in un team esistente o di crearne uno noi) non offre niente che possa traghettare il giocatore verso una concezione più "narrativo-centrica" della fruizione del titolo. 

Di contro MXGP 2019 pur non esibendo un numero spropositato di novità riesce a presentare agli appassionati della moto cross un ventaglio di scelte sufficientemente ampio per soddisfare diversi palati. Si parte dalla modalità di cui abbiamo accennato poco sopra che consente al giocatore di saltare a cavallo di un bolide da motocross ed affrontare la stagione attuale divisa nelle categorie MXGP e MX2. A dare un certo senso di progressione al tutto ci pensa il sistema dei Punti Prestigio che, in base ai risultati ottenuti in gara, ci permette di far crescere il nostro alter ego virtuale. 

Oltre alla modalità stagionale trovano posto la classica gara singola e il time attack. Il primo permette al giocatore di entrare in una gara "al volo" e scontrarsi con la CPU o con gli amici; la modalità time attack invece ci riporta nella classica modalità vista in miriadi di giochi di corse. A dare varietà al tutto ci pensa poi la Modalità Playground: un'area sandbox liberamente esplorabile (ambientata questa volta in Provenza) dove è possibile scorrazzare e girovagare a bordo della nostra moto completando una serie abbastanza varia di attività.

Vera novità di quest'anno dal punto di vista contenutistico è l'Editor dei livelli: un editor abbastanza semplice ma che consente a chi è dotato di pazienza e voglia di applicarsi di creare i propri tracciati ambientai in posti diversi (e con condizioni di terreno diverse) per poi condividerle con la community.
 
MXGP 2019
 

Il gameplay di MXGP 2019

Ma veniamo al nocciolo vero e proprio di ogni racing game che si rispetti: il gameplay. Cosa è cambiato rispetto all'ultima versione del titolo? Beh da questo punto di vista Milestone ha dimostrato un braccino abbastanza corto. La software house milanese ha avuto un approccio piuttosto conservativo e le novità introdotte in MXGP 2019 sono decisamente pochine: quando abbiamo saputo che il titolo era in lavorazione abbiamo subito pensato a come gli sviluppatori avrebbero introdotto A.N.N.A. l'IA sviluppata dalla compagnia e proposta in MotoGP 19 e invece di A.N.N.A. neanche l'ombra. Il problema è che, seppur con i difetti che abbiamo riscontrato nell'intelligenza artificiale, questa nuova routine riusciva a dare un certo senso di realismo a MotoGP 19, realismo che invece si è completamente perso in MXGP 2019.

Pad alla mano MXGP 2019 si lascia giocare molto bene ma non riesce ad incantare, complice una gestione della fisica ancora un po' approssimativa e, anche se l'utilizzo dell'Unreal Engine di Epic Games (di cui ormai gli sviluppatori milanesi sembrano aver pieno controllo) ha migliorato alcuni problemi dei precedenti titoli, una gestione della fisica più realistica avrebbe sicuramente giovato al gameplay.

il gameplay di MXGP 2019 ricalca pesantemente quello visto nelle passate edizioni: un buon mix tra simulazione e approccio arcade, in questa nuova versione però bisogna apprendere molto rapidamente a mantenere il controllo del veicolo in curva e subito dopo i salti perchè il rischio di finire tra le fresche frasche è molto più tangibile rispetto al passato. Per li resto il titolo offre una difficoltà ben calibrata e consente a chiunque di potersi divertire col gioco. Sia che siate novellini o piloti professionisti di moto cross avrete modo di divertirvi con il titolo Miletone.

Infine vi ricordiamo che MXGP 2019 è localizzato in italiano e che, tra le altre cose, conta di 17 tracciati ufficiali e ha le licenze di 35 piloti professionisti tra cui Tim Gajser e l'italianissimo Tony Cairoli.
 
MXGP 2019
 

L'arte e la tecnica di MXGP 2019

Parliamo ora di arte e tecnica di MXGP 2019: anche sotto questo profilo l'ultima fatica di Milestone risulta abbastanza conservativa, i ragazzi milanesi hanno ormai dimostrato di avere un buon controllo dell'Unreal Engine 4 e in effetti sono spariti molti dei problemi che affliggevano il motore proprietario. Se è vero che ormai l'utilizzo del motore grafico sembra rodato, il colpo d'occhio che MXGP 2019 offre al giocatore è ancora lontano dall'"effetto wow" che altre produzioni riescono a strappare ai giocatori. Alcune texture un po' slavate e una mole poligonale un po' sottotono smorzano una realizzazione tecnica tutto sommato piacevole, c'è anche da aggiungere che ormai, a fine generazione, le nostre aspettative sono sensibilmente più alte rispetto al passato. 

Buone notizie invece sul fronte affidabilità: su XBOX One X il titolo non ha mai dato problemi di sorta e MXGP 2019 gira fluido e senza intoppi sulla console di casa Microsoft. Bene anche la struttura data ai menù che risultano sempre leggibili e facilmente navigabili.

Sul fronte audio il lavoro svolto negli studi milanesi è di ottima fattura con campionature dei motori realistiche così come i vari effetti sonori proposti durante le gare. Buona anche la colonna sonora e il comparto audio generale del titolo.
 
MXGP 2019
 

MXGP 2019

MXGP 2019 è un titolo molto conservativo che non riesce ad eccellere. Da un certo punto di vista sembra che i ragazzi di Milestone non abbiano voluto osare troppo e questa scelta si è fatta sentire sulla qualità percepita (e generale) del titolo. Sia ben inteso: MXGP 2019 è divertente e per gli appassionati di moto cross risulterà sicuramene un titolo interessante: il problema è che ci aspettavamo di più: più modalità, una ritoccata al sistema di guida, una grafica che sfruttasse più a fondo lo stra-abusato Unreal Engine. Detto questo, se siete appassionati del genere MXGP 2019 risulta un ottimo prodotto da aggiungere alla vostra ludoteca, se invece non vivete di pane e moto cross potreste rischiare di non apprezzare a dovere il titolo Milestone.

7.5

Trama 6

Gameplay 7

Arte e tecnica 7

Pro:

è arrivato l'editor!

aggiornato al 2019

Contro:

grafica poco rifinita

Potrebbe interessarti anche

MXGP 2019 è disponibile per PC, XBOX One e Playstation 4

MXGP 2019 è disponibile per PC, XBOX One e Playstation 4

È giunto il momento di vivere l'emozionante stagione di MXGP 2019! 

Milestone svela il feature trailer di MXGP 2019

Milestone svela il feature trailer di MXGP 2019

Milestone ha oggi pubblicato un trailer di gameplay che mostra il Track Editor e una nuovissima modalità, il Waypoint 

Milestone ha svelato i primi video di gameplay di MXGP 2019

Milestone ha svelato i primi video di gameplay di MXGP 2019

Milestone è fiera di svelare i primi video di gameplay di MXGP 2019

Milestone annuncia MXGP 2019

Milestone annuncia MXGP 2019

Milestone è lieta di annunciare che MXGP 2019 sarà disponibile a partire dal 27 agosto su PlayStation 4, Xbox One e Windows PC.

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store