8

Recensione A Hat in Time per Nintendo Switch - Per mille cappelli!

E così dopo essere approdato su console casalinghe e PC, A Hat in Time arriva anche su Switch: scopriamo insieme come se la cava il platform di Gears for Breakfast

Il ritorno dei platform 3D

Il genere dei platform è stato bistrattato per diversi anni, dopo una presenza molto ingombrante (forse troppo) nell'epoca degli 8/16 bit, il genere è andato pian piano scomparendo con il passare degli anni. Ad un certo punto sembrava che solo Nintendo stesse cercando di mantenere alto il genere grazie al suo (inarrivabile) Super Mario. Fortunatamente però le cose sono cambiate un po' negli ultimi anni e tra remake, remastered e nuovi titoli, il genere dei platform 3D ha saputo tornare in grande spolvero (merito, ancora una volta, di un ispiratissimo e incredibile Super Mario Odyssey).
 
A Hat In Time
 

La trama di A Hat in Time

Prima di parlare della trama di A Hat in Time vogliamo fare una piccola precisazione: la creatura scaturita dalle mente dei ragazzi di Gears for Breakfast è una bestia un po' particolare, a guardarlo da lontano il titolo potrebbe sembrare una sorta di clone di Mario un po' raffazzonato ma, ad un'analisi più attenta si scopre che il lavoro finito ha molto di più da offire. A Hat in Time sembra, per certi versi, un inno ai classici platform 3D, un sapiente mix di idee e meccaniche che si sono viste in varie vesti e in vari titoli. A Hat in Time prende un po' di idee dei Super Mario in 3D, un po' di spunti da Spyro e così via eppure, a conti fatti, riesce ad avere una sua personalità ben definita.

In A Hat in Time impersoniamo la simpatica (e abbastanza pazza) Hat Kid, una ragazzina che passa la sua esistenza viaggiando nello spazio e nel tempo, comoda comoda sulla sua navicella spaziale la giovane girovaga indisturbata tra mondi passati, presenti e futuri in ogni angolo del cosmo. Tutto questo viene però interrotto dal cattivo di turno, un mafioso (si avete letto bene, un mafioso) causa un'avaria alla nostra astronave e ci vede costretti ad atterrare sul primo pianeta che ci capita a tiro che, guarda a caso, è proprio Mafia Town. L'avaria ha causato la perdita delle nostre quaranta clessidre temporale, l'elemento che ci consente di viaggiare indisturbati per la galassia: inutile dire che il nostro compito diventa immediatamente quello di recuperare il prezioso carico smarrito e vendicarci dell'infausto avversario.

La trama messa in piedi dai ragazzi di Gears for Breakfast ricorda molto le storie raccontate nei grandi classici del platform 3D del passato: una trama semplice che serve più da pretesto che da vera e propria colonna portate del titolo e che consente alla nostra eroina di avere una "scusa" per viaggiare di mondo in mondo ed affrontare le mille e più peripezie che ci vengono proposte di volta in volta. Detto questo la storia procede abbastanza lineare e, a conti fatti, è anche piacevole e adatta al contesto.
 
A Hat in Time
 

Il gameplay di A Hat in Time

A Hat in Time è un titolo che si rifà ai grandi classici del platform 3D quando il genere era al suo massimo splendore: i riferimenti a Banjo-Kazooie e Super Mario in effetti sono sicuramente tangibili. Come scrivevamo in apertura però in questo periodo il platform 3D ha trovato una nuova spinta anche (e sopra tutto) grazie a Super Mario Odyssey e all'ottimo lavoro che Nintendo è stata in grado di proporre, ma anche grazie a produzioni più piccole (e dignitose) come quel Yooka-Laylee di Team17.

A Hat in Time consente ai giocatori di girovagare per diversi mondi (tutti abbastanza dettagliati e con una struttura propria solida e riconoscibile) che mettono di fronte al giocatore sessioni di platforming e puzzle di difficoltà crescente senza però risultare sbilanciate. I cinque livelli di cui è composto il titolo presentano strutture e level design decisamente differenti gli uni dagli altri e questo regala al titolo una gran varietà. Ma il vero e proprio cuore del titolo è dato dall'utilizzo dei cappelli che la nostra protagonista può indossare. Non lasciatevi trarre in inganno dalla somiglianza con Super Mario Odyssey, qui i cappelli non ci permetteranno di prendere il controllo dei nostri avversari ma regaleranno alla piccola Hat Kid dei poteri particolari: ogni cappello sarà infatti in grado di donarci nuovi tipi di attacco, aumentare la nostra capacità di salto e via di questo passo. Potete quindi ben capire che questa soluzione riesce ad offrire sfumature e cambi di gameplay sicuramente interessanti che riescono a tenere sempre vario l'approccio al gioco. 

Non è però di soli cappelli che vive il gameplay di A Hat in Time, sul nostro percorso avremo infatti un sacco di collezionabili da recuperare la cui ricerca non sarà però fine a se stessa visto che, anche in questo caso, ogni elemento trovato contribuisce (almeno parzialmente) a variare il gameplay. A chiudere in bellezza questo paragrafo ci pensa il fatto che il titolo è localizzato in italiano e che quindi non troverete difficoltà nel seguire la storia ne nel comprendere rapidamente l'utilizzo dei vari gadget a nostra disposizione. 
 
A Hat in Time
 

L'arte e al tecnica di A Hat in Time

Iniziamo subito parlando della componente artistica del titolo: il lavoro svolto dai ragazzi di Gears for Breakfast risulta ottimo dal punto di vista della direzione artistica: gli sviluppatori sono stati in grado di presentare un personaggio carismatico e riconoscibile che, grazie ad un design semplice ma chiaro e fresco, farà immediatamente breccia nel vostro cuore di videogiocatori. Hat Kid è simpatica e divertente e risulta la perfetta nemesi della sua rivale, Mustache Girl un avversario temibile ma sdrammatizzato in modo magistrale.
 
Un discorso a parte va fatto per la cura che gli sviluppatori hanno riposto nella realizzazione e nella caratterizzazione dei cinque mondi di gioco che compongono il titolo: ogni ambientazione di A Hat in Time presenta al giocatore qualcosa di nuovo: sia dal punto di vista prettamente visivo che da quello contenutistico e legato al gameplay. 

A Hat in Time è mosso dall'Unreal Engine 3 e dobbiamo dire di essere decisamente soddisfatti dalla sua resa anche sulla piccola console di casa Nintendo. Se è vero che la resa complessiva risulta sicuramente sottotono se paragonata al mostro sacro di Super Mario Odyssey è altrettanto vero che durante le nostre prove non abbiamo mai riscontrato problemi e comunque il colpo d'occhio è sempre stato più che buono. Buona anche la colonna sonora del titolo che ben riesce ad accompagnare le gesta della nostra piccola protagonista senza risultare troppo invasiva o ripetitiva. 
 
A Hat in Time
 
 

A Hat in Time

A Hat in Time è una piacevolissima sorpresa anche su Nintendo Switch: nel porting in titolo non ha perso una briciola del suo carisma ne della sua varietà nel gameplay. Anche dal punto di vista grafico il titolo si difende bene pur mostrando il fianco a qualche limite tecnico di troppo (sappiamo che su Switch si può fare di meglio) ma la resa complessiva resta comunque molto piacevole. Inutile dire che il titolo risulta comunque un acquisto obbligato per tutti gli appassionati di platform 3D che troveranno in A Hat in Time un gameplay fresco, estremamente vario e divertente.

8

Trama 7

Gameplay 9

Arte e tecnica 8

Pro:

game design interessante

platform 3d particolarmente solido

Contro:

pochi mondi di gioco

tecnicamente si è visto di meglio

Potrebbe interessarti anche

Il platform 3D A Hat in Time in arrivo ad ottobre su Switch

Il platform 3D A Hat in Time in arrivo ad ottobre su Switch

A Hat in Time, il tanto amato platform 3D, arriverà ufficialmente su Nintendo Switch il 18 ottobre.

A Hat in Time annunciato per Nintendo Switch e nuovo DLC in arrivo

A Hat in Time annunciato per Nintendo Switch e nuovo DLC in arrivo

Giusto ieri vi abbiamo detto che sarebbero arrivate novità per A Hat in Time il colorato platform disponibile per XBOX One, Playstation 4 e PC, HumbleBundle ha tolto il velo e ora sappiamo di che si tratta!

In arrivo un annuncio speciale per A Hat in Time

In arrivo un annuncio speciale per A Hat in Time

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store