FIFA e PES 2018, la battaglia continua

La Konami, casa giapponese produttrice di PES, ha puntato quest'anno sulla figura dell'ex calciatore Zico come ambasciatore del gioco, mentre il giocatore in copertina e' Luis Suarez del Barcellona.

Ogni Natale che si rispetti la corsa al videogame è sempre più sfrenata. Regalare ai propri bambini o a sé stessi i videogiochi più di moda e divertenti è sempre un’ottima idea, soprattutto se parliamo di giochi di un certo tipo. Ma questa ressa non si scatena solo nella rapidità nel cercare il regalo. In realtà, come ogni anno, da quando iniziano i campionati di calcio inizia un’altra battaglia, ossia quella tra FIFA e Pro Evolution Soccer, i due principali simulatori di calcio in circolazione, che rivaleggiano da quasi vent’anni. Entrambi i giochi, infatti, cercano di continuare sulla strada da loro percorsa in precedenza per analizzare e realizzare il calcio nel modo in cui lo intendono e migliorando gli aspetti che prima potevano sembrare meno curati.

La Konami, casa giapponese produttrice di PES, ha puntato quest’anno sulla figura dell’ex calciatore Zico come ambasciatore del gioco, mentre il giocatore in copertina è Luis Suarez del Barcellona. L’ex componente della nazionale brasiliana si è rivelato piuttosto entusiasta di fare da testimonial a quello che, secondo lui “di tutti i videogiochi di calcio che ho provato, quello che mi ha impressionato maggiormente è PES 2018. Il gameplay, il controllo della palla, i movimenti dei giocatori e il loro stile di gioco sono estremamente realistici”. Queste parole sono piuttosto eloquenti e avranno sicuramente fatto piacere agli adepti di questo gioco.

Tutti i giochi, soprattutto quelli online, hanno le loro regole, come ben conferma, ad esempio, la recensione Starcasino. In generale, quindi, quando ci troviamo ad utilizzare un determinato gioco piuttosto che un altro, sappiamo da subito a cosa andiamo incontro. Ed è per questo che negli ultimi anni sia FIFA sia PES hanno sviluppato una serie di appassionati fedelissimi che non intendono cambiare sponda e ‘tradire’ in qualche modo il gioco che li ha sempre fatti divertire.

Per quanto riguarda FIFA, invece, il personaggio che compare in copertina è Cristiano Ronaldo, fresco vincitore del suo quinto pallone d’oro, con il quale ha fatto pari e patta con Leo Messi, suo grande rivale. La EA Sports, azienda canadese che da sempre fa di questo gioco il suo cavallo di battaglia, ha voluto migliorare maggiormente la velocità e la fluidità dei movimenti dei giocatori, una delle grandi esigenze dei suoi appassionati. Con la modalità carriera e FUT che spiccano come i grandi cavalli di battaglia soprattutto nelle partite online tra amici, FIFA continua a puntare sull'importanza del suo prodotto telematico e soprattutto sulle licenze con i principali campionati, anche se in questo aspetto anche PES si è mosso rispetto al passato.

In generale viene da dire che ogni anno il confronto tra i due migliori gameplay basati sul calcio, il gioco più seguito e popolare del pianeta, è sempre più agguerrito e si basa comunque sui gusti personali di chi prende in mano il joypad per divertirsi. Alla fin fine il poter simulare in modo molto realistico delle partite di Champions League o del prossimo mondiale di calcio è già di per sé una grande conquista di chi ama il calcio.

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store