Il verdetto

6,5 Il nostro voto

Wester Press non sarà certo la rivelazione dell’anno e non vi terrà incollati al monitor per intere giornate ma, tra una partita e l’altra, un duello in multiplayer o contro la CPU potrebbe essere un vero toccasana per “staccare il cervello” da giochi più complessi. Gli australiani Surprise Attack Games avrebbero dovuto prendersi un po’ più di tempo per capire come ampliare il gameplay e rendere Western Press un gioco più “gioco”, magari un seguito, che anche solo aggiungesse una modalità storia interessante, potrebbe avere un futuro più roseo.