Il verdetto

8 Il nostro voto

The Station è un buon walking simulator con un difetto, almeno per noi italiani, abbastanza importante: la mancanza della localizzazione italiana. Questo, di fatto, taglia fuori tutte le persone che non hanno dimestichezza con l’inglese ed è un vero peccato. È un peccato perché la storia di The Station è avvincente, così com’è interessante il finale che vi lascerà a bocca aperta ma che risponderà a tutti i quesiti che saranno nati durante l’esplorazione della Espial.