7

Recensione Storm Boy: The Game - Una storia d'amicizia

Storm Boy racconta una storia di amicizia, la storia di un ragazzo e di un pellicano, una storia semplice che tocca il cuore.

Il cuore e il mare

Dobbiamo dirlo subito: recensire Storm Boy: The Game non è facile, non è semplice perchè a prima vista lo si potrebbe etichettare come un titolo breve o forse come un gioco che non è un gioco. Spesso però fermarsi alle apparenze non è la scelta migliore e questo è uno di quei casi dove forse conviene fermarsi a riflettere e cercare di captare il respiro "dell'opera". Seguiteci nella nostra recensione di Storm Boy: The Game se volete saperne di più sul titolo dei ragazzi di Blowfish Games

Storm Boy: The Game
 

La trama di Storm Boy: The Game

Partiamo subito con l'elemento portante della produzione: Storm Boy: The Game riprende infatti l'avventura narrata da Colin Thiele nell'omonimo romanzo (già diventato film nel 1976). Dagli anni 70 ai giorni nostri di acqua ne è passata sotto i ponti e i ragazzi di Blowfish Studios hanno deciso di riportare questa avventura nel mondo videoludico. Eccoci quindi a vestire i panni di Storm Boy, un ragazzino che vive col padre e un aborigeno in Australia. La mamma di Storm Boy è venuta a mancare quando il ragazzino era solo un bambino e il padre decise di trasferirsi in un luogo più isolato dove vivere col figlio. Il piccolo Storm Boy un giorno trova dei piccoli di pellicano e li alleva, due di essi se ne vanno appena possono ma uno gli resta a fianco e diventa, a tutti gli effetti, il suo unico migliore amico: Mr Percival. Il titolo ci accompagna per le varie vicissitudini che coinvolgono il ragazzo e il suo amico. Questa è, riassumendo, la storia che fa da sfondo al gioco e non andiamo oltre poichè il titolo dura davvero pochissimo: lo potrete completare in un'oretta circa. Il nostro consiglio è quello di "vivere" per quanto possibile la storia e le emozioni che il titolo dei ragazzi di Blowfish Studios vuole trasmettere.

Storm Boy: The game
 

Il gameplay di Storm Boy: The Game

Se dal punto di vista narrativo Storm Boy: The Game riesce a trasmettere emozioni (più o meno forti dipende poi dalla sensibilità di ognuno), dal punto di vista del gameplay il lavoro svolto dagli sviluppatori è abbastanza deludente. Storm Boy: The Game in buona sostanza si configura come un insieme di mini-giochi abbastanza insipidi dal punto di vista del gioco vero e proprio, questi mini-giochi servono infatti più a cercare di far rivivere le emozioni e i momenti che i due protagonisti vivono insieme piuttosto che cercare di far "giocare" il videogiocatore. Storm Boy: The Game è strutturato come un walking simulator in 2D a scorrimento orizzontale, spetta a noi guidare il nostro protagonista attraverso diversi ambienti e fermarci a "giocare" ai mini giochi, non abbiamo però modo di scegliere strade alternative e non abbiamo scelte da compiere, dobbiamo solo portare Storm Boy dal punto A al punto B. E quindi? Cosa rimane del gioco vero e proprio, beh decisamente poco, proprio per questo Storm Boy: The Game va visto più come una (breve) avventura (poco) interattiva dove lo scopo principale è quello di farci vivere emozioni e farci emozionare lasciandoci, per esempio, scivolare lungo il pendio della spiaggia su una sabbia con un cartone sotto di noi, in piena libertà piuttosto che immergerci sul fondale oceanico.
Una volta terminato il gioco potrete rigiocare i vari mini-giochi quante volte lo vorrete (se lo vorrete).

Storm Boy: The Game
 

L'arte e la tecnica di Storm Boy: The Game

L'art direction è la seconda gamba sulla quale si regge la produzione di Storm Boy: The Game, come abbiamo infatti scritto poco sopra il gameplay del titolo è praticamente inesistente, o meglio, strettamente legato al cercare di farci emozionare facendoci eseguire operazioni semplici che, immaginiamo, nell'intento degli sviluppatori vorrebbero aiutarci a rivivere i giorni di Storm Boy. Artisticamente parlando Storm Boy: The Game non mostra chissà che guizzo artistico o particolarità ma riesce a creare le atmosfere necessarie a farci calare nella parte e da questo punto di vista il lavoro svolto è, secondo noi, pienamente riuscito. Le scelte cromatiche, le texture slavate e il basso polycount riescono a ricreare un mondo quasi onirico. Dal punto di vista tecnico non abbiamo molto da dire, il motore è leggerissimo, non ha richiesto particolari sforzi all'XBOX One su cui abbiamo giocato il titolo e non ha mostrato il fianco a problemi di sorta. Anche la colonna sonora è costruita per creare un senso di immedesimazione e di immersione del giocatore nei panni del protagonista. Ci teniamo a sottolineare che il titolo non è tradotto in italiano e questo è un peccato perchè, pur non essendo numerosissimi, i testi a schermo sono presenti e sono fondamentali per capire cosa sta succedendo; se a questo uniamo il fatto che il titolo potrebbe essere adatto ad un pubblico molto giovane per via della sua semplicità di gameplay potete ben capire quanto sarebbe stata importante una localizzazione in italiano.

Storm Boy: The Game

Storm Boy: The Game

Il 7 che vedete dato a Storm Boy: The Game è un voto che va preso molto con le pinze, abbiamo voluto premiare la volontà degli sviluppatori di creare un gioco che cercasse di far rivivere le atmosfere (anche tristi) di un racconto che fa della componente emozionale il suo cavallo portante. Così Storm Boy: The Game perde quasi completamente la componente di gameplay e diventa più simile ad una favola che ogni mamma racconta ai propri figli prima di andare a dormire: ecco in questo senso Storm Boy: The Game è un titolo da provare, se state invece cercando un gioco da "giocare" Storm Boy: The Game non fa decisamente al caso vostro.

7

Trama 8

Gameplay 6

Arte e tecnica 7

Pro:

storia toccante

Contro:

davvero troppo corto

gameplay inesistente

Potrebbe interessarti anche

Storm Boy: The Game arrivarà su tutte le piattaforme il 20 novembre

Storm Boy: The Game arrivarà su tutte le piattaforme il 20 novembre

I ragazzi di Blowfish studios ci fanno sapere che Stom Boy: The Game arriverà su tutte le piattaforme il 20 novembre.

Blowfish annuncia Storm Boy!

Blowfish annuncia Storm Boy!

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store