7.5

Recensione Skellboy - La storia di uno scheletro componibile

Presentato ai Nintendo Indie World ad agosto 2019 e finalmente tra noi, Skellboy è un dungeon crawler decisamente interessante. Scopriamo insieme come se la cava l'ultima fatica dei ragazzi di Fabraz nella nostra recensione di Skellboy per Nintendo Switch

Si respira aria di originalità

L'abbiamo già detto più volte in passato: Nintendo Switch è forse la console che, più di tutte, è stata in grado di attirare a se l'attenzione dei piccoli studi indipendenti e il Nintendo Indie World di agosto 2019 è stato l'ennesima dimostrazione. Tra i molti titoli presentati uno di quelli che ci aveva colpito maggiormente è stato, senza ombra di dubbio, Skellboy. Il gioco sviluppato dai ragazzi di Fabraz e pubblicato da Umaiki Games aveva attirato la nostra attenzione grazie ad un design e una direzione artistica decisamente originale e interessante e anche il gameplay non sembrava affatto male. Ora che l'abbiamo provato con le nostre mani siamo pronti per raccontarvi pregi e difetti del titolo nella nostra recensione di Skellboy per Nintendo Switch.
 
Skellboy
 

La trama di Skellboy

Quando abbiamo visto Skellboy la prima volta, durante i video dei Nintendo Indie World di agosto 2019 il protagonista aveva destato in noi un certo senso di "simpatia", abbiamo provato, in buona sostanza dell'affinità tra noi e quel buffo scheletro schiacciato (numericamente) dalle orde di avversari. Dal video non abbiamo capito tutta la trama del titolo ma ci sembrava di conoscere Skippy da una vita. 
 
Dal punto di vista narrativo non possiamo certo dire che Skellboy sia un titolo originale, la trama è in effetti abbastanza scontata e ricca di clichè. L'introduzione ci presenta l'ambientazione del gioco: il fantastico regno di Cubold dove sembra che tutto vada per il meglio: il regno sembra infatti una sorta di piccolo paradiso in terra. Non passa molto tempo però che il regno si trova a combattere con una minaccia decisamente "ingombrante": Sir Squaruman. Lo stregone sta infatti mettendo a ferro e fuoco il regno con una serie di orde (apparentemente senza fine) di morti vivente appositamente fatti rinascere per l'occasione. Il necromante non ha fatto però i conti con Skippy: il nostro eroe (è proprio il caso di dirlo) si è trovato suo malgrado risorto insieme alle orde di non morti affamati di poveri innocenti. Skippy è stato un eroe in vita e la stoffa dell'eroe non è stata scalfita dalla morte ed è così che Sir Squaruman si ritrova con un (pesante) avversario causato proprio dalla sua strategia di conquista del regno. 
 
Anche se l'idea di creare una sorta di dicotomia tra l'eroe e il non-morto è certamente originale ma il resto della narrazione procede su binari lineari che sanno di già visto, sia ben inteso Skellboy si lascia giocare (e ascoltare) bene fino ai titoli di coda ma è difficile dire che la trama sia effettivamente originale.
 
Skellboy
 

Il gameplay di Skellboy

E pad alla mano, Skellboy come si comporta? Cosa ha da offrire il titolo di Fabraz e Umaiki Games? Beh Skellboy si presenta come un'avventura abbastanza lineare che ha il grande pregio di riuscire a porre all'interno di un mondo particolarmente fuori di testa un gameplay solido ma non esente da qualche difettuccio qua e la. Partiamo subito con un problema che, dal nostro punto di vista, è decisamente impattante su tutto il gameplay: la telecamera fissa. Già sentire parlare di telecamera fissa nel 2020 fa storcere un po' il naso la questione diventa più complessa quando si parla di un titolo come Skellboy. Il titolo di Umaiki Games è una sorta di dungeon crawler votato all'avventura e spesso ci è capitato durante le nostre partite la visuale desse problemi coprendo parte degli avversari o elementi dello scenario. 
 
Detto questo la componente che fa un po' da elemento trainante della produzione è la possibilità di "assemblare" (letteralmente) il nostro eroe durante il corso della partita. Skippy può infatti prendere in prestito dei pezzi caduti dai nostri avversari e usarli a suo favore. Non tutti i vari elementi che vengono droppati dai nemici miglioreranno però le nostre caratteristiche. Da questo punto di vista Skellboy si dimostra abbastanza profondo anche se, a gioco inoltrato, avrete scelto il vostro equipaggiamento preferito e difficilmente lo abbandonerete. A seconda di quello che indosserete le vostre statistiche varieranno di conseguenza e quindi la vostra vitalità piuttosto che la vostra forza ecc. 
 
Skellboy non è tradotto in italiano quindi i non anglofoni faticheranno a seguire l'avventura del piccolo scheletro anche se i testi a video non sono poi moltissimi. Skellboy si fa giocare molto bene con comandi reattivi e con un feeling degli stessi decisamente buono, peccato per i rallentamenti che minano, spesso, l'azione di gioco. 
 
Skellboy
 

L'arte e la tecnica di Skellboy

Inutile girarci molto attorno, la prima cosa che ci ha colpito del titolo di Fabraz e Umaiki Games è stata la sua direzione artistica e la sua, conseguente, realizzazione tecnica. Skellboy è un titolo che facilmente attirerà la vostra attenzione, in un mondo ormai dominato dalla pixel art o dai motori grafici più spinti, questo action-adventure riesce a ritagliarsi un piccolo angolino di originalità con una direzione artistica chiara e ben focalizzata. 
 
Ci è piaciuto molto anche l'approccio ironico al titolo: Skellboy non si prende mai troppo sul serio e anche l'idea di personalizzare al massimo Skippy fa parte di un'idea, dal nostro punto di vista, ben riuscita. L'idea di realizzare il titolo in voxel è stata ottima e la resa visiva è sicuramente molto buona. Peccato per una realizzazione tecnica un po' problematica soprattutto dal punto di vista prestazionale: durante le nostre partite su Nintendo Switch siamo più volte stati colpiti da rallentamenti che hanno minato sensibilmente il gameplay del titolo. Sicuramente delle patch correttive potranno sistemare questo problema e siamo fiduciosi che quando leggerete queste righe i problemi siano già stati risolti. 
 
Buono infine anche l'accompagnamento sonoro che unisce una colonna sonora ispirata ad effetti audio di tutto rispetto (soprattutto se si considera la tipologia di titolo).
 
Skellboy
 

Skellboy

Skellboy è un titolo da cui ci aspettavamo molto ma che non è riuscito completamente a soddisfare le nostre aspettative. L'adozione della telecamera fissa ha portato, secondo noi, a più svantaggi che altro e siamo certi che una telecamera mobile avrebbe sicuramente dato una gran mano in ambito gameplay (magari creando qualche problema in più dal punto di vista tecnico e artistico. Detto questo Skellboy è un titolo che si lascia giocare alla grande e che siamo sicuri riuscirà a strapparvi ben più di un sorriso.

7.5

Trama 6

Gameplay 7

Arte e tecnica 8

Pro:

originale

meccanica della composizione del personaggio

Contro:

cali di frame rate

telecamera fissa

Potrebbe interessarti anche

Skellboy è disponibile su Nintendo Switch

Skellboy è disponibile su Nintendo Switch

Ecco il trailer di lancio

Skellboy arriva su Switch il 30 gennaio

Skellboy arriva su Switch il 30 gennaio

Sono aperti i pre-order per Skellboy con uno sconto del 10%.

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store