8

Recensione Mechstermination Force - Un run 'n gun con gli attributi

Siete pronti a salvare la terra da un'invasione di mech giganteschi? Se la risposta è si lanciatevi con noi nella nostra sfida a Mechstermination Force!

Boss dopo boss dopo boss

Cuphead ha da pochi giorni fatto capolino sull'ibrida di casa Nintendo abbandonando così l'esclusività per la console di casa Microsoft. Fortunatamente il titolo è ora disponibile ad un bacino di utena più ampia rispetto a quella iniziatle e in questa rinata voglia di run n' gun non possiamo non parlare di Mechstermination Force titolo sviluppato dai ragazzi di Hörberg Productions già autori del divetente Gunman Clive. Se volete quindi sapere come se la cava il titolo in questione seguiteci nella nsotra recensione di Mechstermination Force per Nintendo Switch.
 
Mechstermination Force
  

La trama di Mechstermination Force

Aspettarsi una trama strutturata da un run ’n gun è forse chiedere troppo e infatti non siamo partiti con grandi aspettative da questo punto di vista e possiamo dire che, a conti fatti, Mechstermination Force in effetti non ha una vera e propria trama alla sua base. O meglio, cerchiamo di chiarire, il titolo dei ragazzi di Horberg Productions ha un suo incipit narrativo che però risulta, a conti fatti, un vero e proprio incipit e non riesce a sfociare in una trama vera e propria con tutto quello che ciò comporta. In Mechstermination Force siamo chiamati a salvare il mondo da una minaccia che ne mina l’esistenza stessa: una serie di mech giganti ha infatti invaso il pianeta e sta mettendo a ferro e fuoco le più importanti città del mondo. Non passa molto tempo che l’intera umanità è in ginocchio ed è proprio in questo momento che entriamo in scena noi: un membro di una unità speciale creata apposta per far fronte all’emergenza. Il nostro compito sarà quello di abbattere proiettile dopo proiettile ogni singolo mech che ha preso il controllo di una città. Come potete ben vedere voi stessi la narrazione funge solo da scusa per armare il nostro personaggio fino ai denti e scaraventarlo in lotte senza tregua per la salvezza dell’umanità. Come abbiamo detto in apertura non ci aspettavano chissà che struttura narrativa ma siamo altresì convinti che un mondo più dettagliato e approfondito avrebbe di sicuro giovato a tutto il titolo. Il giocatore di trova quindi, dopo ogni missione, di ritorno al suo hub centrale dove potrà potenziare il suo personaggio e affrontare i boss successivi. 
 
Mechstermination Force
 

Il gameplay di Mechstermination Force

Ed eccoci quindi a parlare di quello che, a conti fatti, è il vero cardine di tutto Mechstermination Force: il gameplay. I ragazzi di Horberg Productions hanno concentrato i loro sforzi sul creare un titolo bastato principalmente su una serie di boss fight. Esattamente come accadeva per Cuphead e Furi anche in questo caso dovrete fare i conti con avversari che di comune avranno poco e nulla: ogni volta è una sfida con un vero e proprio boss quella che vi attende. Possiamo subito dire che, se da un punto di vista prettamente artistico il lavoro svolto dagli sviluppatori è un po’ superficiale (ma di questo ne parliamo meglio nel prossimo paragrafo) da quello del gameplay il lavoro svolto è davvero ottimo. Ogni boss è infatti ben caratterizzato e offre un moveset differente dagli altri. Per abbattere i vari boss dovremo infatti colpirli in vari punti critici utili a mostrare il loro punti deboli e da qui colpirli fino a quando non cadranno ai nostri piedi. Imparare ad utilizzare il nostro fucile per scoprire gli hot point del boss è fondamentale per portare a casa la vittoria, così come riuscire ad apprendere rapidamente i pattern di attacco delle varie fasi: pena una morte decisamente violenta. Oltre ai movente i boss muteranno la propria forma e il proprio assetto difensivo e offensivo e, in poche parole, ce la metteranno tutta per rendervi la vita davvero difficile. Pad alla mano (o meglio console alla mano visto che l’abbiamo giocato in modalità handled su Switch) Mechstermination Force si comporta benissimo con i comandi sempre reattivi ed una giocabilità che darà molto spazio alle manovre del giocatore. Siamo morti parecchie volte durante le nostre partite ma ad ogni nostra caduta corrispondeva uno (o una serie) di nostri errori. Tra un livello e l’altro avrete poi la possibilità di potenziare il vostro personaggio con una serie di gadget interessanti: nell’hub centrale potrete anche fare la conoscenza di una serie di personaggi decisamente particolari. Infine vogliamo ricordarvi che il titolo è localizzato in italiano e che quindi non troverete difficoltà ne nel comprendere la semplice storia ne nel portare avanti le missioni che vi verranno assegnate. 
 
Mechstermination Force 

L’arte e la tecnica di Mechstermination Force

Nel parlare di arte e tecnica di Mechstermination Force dobbiamo subito fare una puntualizzazione: il titolo di Horberg Productions si comporta in modo decisamente diverso su questi due fronti. Partiamo subito con le notizie positive: tecnicamente parlando Mechstermination Force è un piccolo gioiellino: non abbiamo infatti notato alcun rallentamento ne freeze o problemi vari durante le nostre partite. Il titolo scorre infatti fluido e tutto fila via liscio e tranquillo un livello dopo l’altro. Quello che invece non ci ha convinto molto è stato il comparto estetico e artistico: il gioco ci è sembrato infatti un po’ poco focalizzato a livello di propria identità: Mechstermination Force sembra un po’ troppo generalistico e non sembra avere una sua vera e propria anima. Il design dei mech è abbastanza scontato e ci aspettavamo qualcosa di più in termini di originalità. Molto buono il comparto audio (che sembra uscito da una colonna sonora anni 90) così come gli effetti audio che ben si adattano al contenuto del titolo. 
 
Mechstermination Force
 

Mechstermination Force

Mechstermination Force è un titolo interessante e divertente in grado di offrire ore di divertimento “old school” come pochi altri titoli sul mercato sono in grado di fare. Peccato per una direzione artistica un po’ sotto tono e poca cura nei dettagli (e sopratutto nel background narrativo) che invece avrebbe potuto dare un spinta in più ad un titolo che risulta ottimo dal punto di vista del gameplay.

8

Trama 6

Gameplay 8

Arte e tecnica 8

Pro:

divertente

longevo

boss fight impegnative

Contro:

trama praticamente assente

design troppo classico

Potrebbe interessarti anche

Mechstermination Force arriva su Switch il 4 aprile

Mechstermination Force arriva su Switch il 4 aprile

Dal creatore di Gunman Clive arriva Mechstermination Force su Nintendo Switch questo 4 aprile

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store