8

Recensione Man of Medan - Il primo passo in un mondo di tenebra

Supermassive Games pone il primo tassello della Dark Pictures Anthology con Mean of Medan. Il vostro destino dipenderà solo dalle vostre scelte.

Ad ogni azione, la sua conseguenza

Ci sono software house indissolubilmente legati ad un singolo genere o ad un singolo titolo, quando parliamo di Supermassive Games il primo nome che salta alla mente è Until Dawn e, quindi, il genere horror. E oggi siam qui proprio per parlarvi della loro ultima fatica nata e cresciuta sotto l'ala protettrice di BANDAI Namco, stiamo parlando di Man of Medan: primo racconto del più ampio universo chiamato Dark Pictures Anthology. Mettetevi comodi, abbracciate il vostro peluche preferito per trovare conforto e seguiteci nella nostra recensione di Man of Medan.
 
Man of Medan
 

La trama di Man of Medan

Prima di iniziare a parlarvi della trama in senso stretto di Man of Medan conviene fare le dovute precisazioni: Man of Medan è un primo "racconto" che i ragazzi di Supermassive Games hanno ambientato nel mondo, più articolato e complesso, della Dark Pictures Anthology. La Dark Pictures Anthology può essere vista come un insieme di racconti ed eventi legati tra loro da determinati punti in comune in cui i vari "episodi" tracciano la linea narrativa. Non dovrete però attendere il prossimo capitolo della serie per poter sapere "come va a finire" il racconto di Man of Medan poichè ogni "capitolo" fa storia a se ed è, a tutti gli effetti auto-concludente. 

Ma torniamo a noi: Man of Medan racconta le avventure di un gruppo di amici in vacanza nella Polinesia francese: una vacanza come tante altre, con in più l'obiettivo (visto le passioni dei vari ragazzi) di scoprire ed esplorare relitti abbandonati e (magari) non ancora catalogati dalle autorità. Dopo una breve introduzione che ci porta alla fine degli anni '40 a bordo di un incrociatore militare che porta un carico che possiamo definire "poco comune". Nei panni di due soldati ci troviamo quindi alle prese con un incidente che finisce male liberando il contenuto maledetto e trasformando tutti i soldati in cadaveri. Dopo questo prologo Man of Medan torna ai giorni nostri e alla vacanza che passa, serena, tra immersioni e nuove scoperte. Tutto fino al ritrovamento della SS Medan: una nave da guerra della Seconda Guerra Mondiale, una nave decisamente particolare, sopra tutto se si considera che viene ritrovata ancorata nel Pacifico in condizioni decisamente buone rispetto al tempo passato. Ed è proprio salendo sulla SS Medan che ha inizio la nostra storia di terrore che vede protagonisti non solo i ragazzi (Conrad, Julia, Alex, Brad e Fliss) ma anche il Curatore, una figura emblematica (che ritroveremo anche nei prossimi episodi della Dark Pictures Anthology) che commenta e da suggerimenti rispetto alle nostre azioni: una voce fuori campo che vede quello che sta accadendo ai ragazzi. 

Vi lasciamo il piacere di scoprire da soli tutto quello che accadrà nel vasello e questo per due principali motivi: il primo è perchè Man of Medan è un'avventura fortemente basata sulla storia e non vogliamo minimamente rovinarvi la sorpresa e, sopra tutto, perchè il punto più interessante dell'avventura riguarda le scelte che si vanno a compiere e le conseguenze che queste hanno. Proprio per questo ultimo motivo il titolo di Supermassive Games rappresenta un grande fattore di rigiocabilità anche se la durata della singola run non è elevatissima. 
 
Man of Medan 

Il gameplay di Man of Medan

Parlando di gameplay nudo e crudo possiamo catalogare Man of Medan come un'avventura horror in cui le scelte il che il giocatore compie mutano, drasticamente, il proseguo dell'avventura e la sua conclusione. Per certi versi è molto facile avvicinare Man of Medan ad un film interattivo in cui le nostre scelte cambio il corso della storia e il destino dei nostri protagonisti. Non è però solo questo il punto focale del titolo di Supermassive Games: gli sviluppatori britannici hanno infatti voluto alzare l'asticella includendo una componente cooperativa per vivere l'avventura in compagnia di un amico (online) o di un gruppo di amici (fino a cinque) in locale. Questa caratteristica rende unico il gameplay di Man of Medan e apre la porta ad una serie di iterazioni estremamente interessanti e divertenti (anche molto di più rispetto all'esperienza single player). Queste due modalità multiplayer sono chiamate: Serata al Cinema che ci consente di inserire il numero dei partecipanti ed assegnare ad ognuno di essi il personaggio, una volta che toccherà a quel personaggio eseguire l'azione o prendere la decisione il giocatore id turno passerà il pad all'amico e questo concluderà l'azione. Potete ben capire che con questo sistema la dinamicità dell'avventura cresce ulteriormente andando a integrare in una sola run scelte prese da diverse persone (con sentimenti diversi, opinioni diversi e caratteri diversi). La seconda modalità multiplayer si configura invece nella più classica cooperativa online dove possiamo condividere l'avventura con un amico in remoto. 

E' importante sottolineare che l'avventura (o le avventure visto i bivi narrativi presenti) è la medesima sia in single player che in multi. Ma cosa siamo chiamati a fare in Man of Medan? Correre? Sparare? Nasconderci? Man of Medan è un titolo che, fondamentalmente, ci chiede di prendere delle scelte, siano esse con scelte di dialogo o con quick time event, ognuna di queste scelte condizionerà il futuro del personaggio che stiamo controllando e di tutti i membri della nostra "spedizione". Possiamo inoltre tenere sotto controllo, grazie alla Bussola Morale, le scelte che compiamo che conseguenze hanno generato (e di conseguenza magari modificarle alla run successiva). Il titolo ci viene inoltre incontro in due modi: sia tramite le Premonizioni, ossia delle visioni a cui possiamo accedere osservando determinati quadri che ci mostreranno un futuro possibile o seguendo i suggerimenti del Curatore.

Vi ricordiamo che il titolo è completamente localizzato in italiano (parlato compreso) e che la qualità del doppiaggio si assesta su ottimi livelli.
 
Man of Medan
 

L'arte e la tecnica di Man of Medan

Man of Medan fa parte di un contesto più ampio, di una ambientazione più dettagliata: insomma di un vero e proprio universo narrativo, il Dark Pictures AnthologySupermassive Games e BANDAI Namco non hanno ancora rivelato come i futuri episodi della serie si intrecceranno tra loro e quali saranno i punti in comune ma è chiaro che un sottile filo rosso legherà il tutto. Proprio in virtù di questo fatto il lavoro svolto a livello di direzione artistica e di scelte stilistiche doveva essere ben definito fin dal primo episodio. Già in Man of Medan vediamo, per esempio, come gli sviluppatori abbiano scelto di utilizzare attori veri (come Shawn Ashmore nei panni di Conrad, piuttosto che Pip Torrens in quelli del curatore e così via) cercando di mettere a disposizione del giocatore volti conosciuti e "umani" per facilitarlo nell'immersione del racconto. Per il resto la realizzazione della SS Medan, di quei condotti claustrofobici e di quelle stanze scure che trasudano terrore da tutti i pori sono perfettamente funzionali alla buona riuscita dei jump scare che il titolo propone (forse in modo anche troppo ripetitivo). 

Dal punto di vista meramente tecnico Man of Medan utilizza l'ormai onnipresente Unreal Engine 4 con risultati decisamente positivi, sia per quello che riguarda la realizzazione vera e propria degli ambienti che la resa generale della produzione. Certo alcune texture ci sono sembrate un po' troppo sfuocate e una maggior modellazione poligonale degli ambienti avrebbe giovato ma il risultato finale è pur sempre ottimo. Buono anche l'accompagnamento sonoro che aiuta il giocatore a calarsi nella parte e a trovare la giusta atmosfera. Ricordiamo ancora una volta che il titolo è doppiato in italiano.
 
Man of Medan
 

The Dark Pictures

Man of Medan è un ottimo inizio per la Dark Pictures Anthology, il titolo di Supermassive Games si propone come una sorta di film interattivo dove le nostre scelte condizionano il mondo di gioco ed ogni azione ha conseguenze dirette sull'avanzamento dell'avventura. Non è tutto, Man of Medan introduce inoltre una originale modalità multiplayer che da ulteriore profondità al titolo e che permette di vivere le avventure di Conrad e compagni sotto un altro punto di vista. Difficile non consigliare Man of Medan a tutti gli amanti delle avventure interattive e dei titoli horror anche in virtù dell'ottimo rapporto qualità-prezzo che il gioco propone. 

8

Trama 8

Gameplay 8

Arte e tecnica 8

Pro:

multiplayer innovativo

un sacco di bivi selezionabili

grande rigiocabilità

Contro:

ritmi molto lenti

poca interazione con l'ambiente

Potrebbe interessarti anche

Domani è il giorno di The Dark Pictures Anthology - Man Of Medan

Domani è il giorno di The Dark Pictures Anthology - Man Of Medan

Date un'occhiata all'ultimo trailer di Man of Medan

Presentata la modalità Serata al Cinema di The Dark Pictures Anthology: Man of Medan

Presentata la modalità Serata al Cinema di The Dark Pictures Anthology: Man of Medan

Un DEV DIARY racconta la modalità Serata al Cinema di Man of Medan

Man of Medan: ecco il trailer dedicato alla modalità Storia Condivisa

Man of Medan: ecco il trailer dedicato alla modalità Storia Condivisa

Pubblicato un nuovo trailer dedicato a una delle due modalità Multiplayer presenti in Man of Medan: la Storia Condivisa

Shawn Ashmore continua a parlare del suo personaggio in Man of Medan

Shawn Ashmore continua a parlare del suo personaggio in Man of Medan

Continua l'intervista a Shawn Ashmore sul suo personaggio in Man of Medan

Shawn Ashmore presenta il proprio personaggio in Man of Medan

Shawn Ashmore presenta il proprio personaggio in Man of Medan

Shawn Ashmore racconta il proprio personaggio in Man of Medan

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store