7,5

Recensione Lydia - Una storia che va dritta al cuore

I ragazzi di Nakana.io portano su Nintendo Switch Lydia, un'avventura grafica pilotata da temi decisamente forti

Davide contro Golia

Fortunatamente il mondo videoludico non è costellato solo di titoli che ci chiedono di salvare il mondo, che ci mettono nei panni dei supersoldati pronti a sterminare eserciti di avversari pur di raggiungere il proprio obiettivo. Alcune produzioni cercano di andare a scavare più profondamente nell'animo umano e, quando cercano di farlo, riescono anche ad arrivare in profondità (qualcuno ha nominato To The Moon?). Oggi parliamo proprio di uno di questi casi, di un titolo che cerca di portare sui nostri schermi qualcosa che vada oltre il "semplice" videogioco e che ci obblighi a riflettere: stiamo parlando di Lydia. L'avventura in questione è stata pubblicata su PC nel 2017 ed è da poco disponibile anche su Nintendo Switch, ed è proprio su questa piattaforma che l'abbiamo giocata. Siete curiosi di sapere perchè ci ha colpito così tanto? Seguiteci nella nostra recensione di Lydia per Nintendo Switch.
 
Lydia
 

La trama di Lydia

Prima di raccontarvi, a grandi linee, di cosa tratta Lydia facciamo una piccola premessa: Lydia è un'avventura grafica in stile punta e clicca che si porta a termine in poco più di un'ora. Vista la durata estremamente risicata dell'avventura non vi racconteremo nulla di quello che succede nel titolo ma ci limiteremo a parlarvi del contesto in cui si svolgono le vicende.
 
Lydia racconta la storia di una piccola bimba che vive una situazione familiare insostenibile: i due genitori non hanno infatti alcuna cura di lei e vivono la propria vita come se la loro figlia non esistesse. Praticamente ogni sera nella loro casa vengono organizzate feste a base di alcool e droghe e la ragazzina è costretta al piano di sopra, chiusa nella sua cameretta. E' in questo contesto che Lydia si crea un proprio mondo e cerca di sfuggire dal Mostro che altro non è che la rappresentazione mentale dei suoi incubi. E' in compagnia del suo orsetto che la bambina cercherà di trovare una via d'uscita dalla terribile vita che la attanaglia.
 
Come potete ben capire le tematiche trattate in Lydia sono assolutamente crude e reali e gli sviluppatori hanno fatto un ottimo lavoro nel portare su schermo tutto il disagio e le situazioni problematiche che la giovane protagonista è costretta, suo malgrado, a vivere. Il racconto è il vero e proprio motore trainante e pulsante dell'avventura. 
 
Lydia
 

Il gameplay di Lydia

Come già fatto nel paragrafo relativo alla trama di Lydia, ricordiamo qual'è lo scopo finale di Lydia: trasmettere un messaggio. Tutto il videogioco è focalizzato su questo obiettivo e, proprio per questo motivo, gli sviluppatori si sono concentrati sulla narrazione, sul racconto più che sul gameplay vero e proprio. Lydia è, di fatto, un'avventura grafica punta e clicca di stampo abbastanza classico e il gameplay è completamente servo della narrazione. 

Ci si accorge rapidamente di quanto questo sia vero verificando, ad esempio, quanto le nostre scelte poco influiscano sul reale corso degli eventi e quanto, da questo punto di vista, Lydia assomigli quasi più ad un walking simulator che non ad una vera e propria avventura grafica. La risoluzione di piccoli enigmi e la struttura ludica riportano però il titolo, di diritto, sotto la sfera delle avventure grafiche. Abbiamo fatto questo piccolo escursus solo per chiarire agli affezionati delle avventure grafiche classiche di non aspettarsi un "novello Monkey Island" a tinte noir. 
 
Il titolo continua a portare il giocatore, schermata dopo schermata, in un susseguirsi di momenti legati all vita reale della protagonista e altri prettamente immaginari, scelta che culla il giocatore nel mare-magnum degli eventi in maniera quasi magistrale. Pad alla mano Lydia si controlla perfettamente, anche con Switch in modalità handled. Infine, non anglofoni, non preoccupatevi: Il titolo è localizzato in italiano.
 
Lydia
 

L'arte e la tecnica di Lydia

Parliamo del comparto grafico di Lydia e delle scelte fatte dagli sviluppatori. Anche in questo frangente si vede una precisa scelta di posizione: Lydia non è un titolo che vi trapperà dei "wow", "eccezionale" sul piano grafico e artistico ma le scelte fatte sono, ancora una volta, completamente votate alla narrazione. 
 
Lydia offre un design particolare che punta al fumetto con toni noir e cupi che cercano, utilizzando l'espediente dei colori accesi, di attirare l'attenzione dell'utente un po' come faceva Spierlberg in Schindler's List con la ragazzina dal cappotto rosso. Belli i passaggi dal mondo reale a quello fantastico e ben caratterizzati sono anche i personaggi, sempre votati (ancora una volta) alla narrazione.
 
Dal punto di vista tecnico Lydia offre un motore grafico in grado di gestire il titolo senza problemi e, da questo punto di vista, non abbiamo riscontrato problemi durante le nostre prove su Nintendo Switch.
 
Lydia
 

Lydia

Lydia è un'avventura grafica che vuole raccontare una storia e lo fa, senza nasconderlo, utilizzando tutti i mezzi a sua disposizione: partendo dal gameplay fino ad arrivare alla componente artistica. dal punto di vista prettamente ludico l'avventura pubblicata da Nakana.io soffre delle scelte votate alla narrazione e ha sicuramente un grosso problema legato alla sua longevità (arriverete alla fine dell'avventura in poco più di un'ora) ma in questo tempo Lydia trasmette con una forza prorompente il suo messaggio.

7,5

Trama 8

Gameplay 6

Arte e tecnica 7

Pro:

design curato e orignale

storia interessante ed emozionante

Contro:

breve

le nostre scelte non hanno impatti sulla storia

Potrebbe interessarti anche

Nakana e Platonic partnership annunciano Lydia

Nakana e Platonic partnership annunciano Lydia

Lydia è un romanzo visivo particolarmente ispirato

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store