Attiva la Skill Alexa di Gamernews.it

Gamernews.it Alexa Skill
7

Recensione KUNAI per Nintendo Switch - Il nostro futuro nelle mani di un piccolo ninja

I ragazzi di TurtleBlaze ci portano in un futuro apocalittico dove solo un piccolo ninja potrà salvarci, ecco la nostra recensione di KUNAI per Nintendo Switch

Un ninja LCD

Oggi parliamo di un titolo indie che ci ha colpito fin dal primo sguardo, un po' per via della sua direzione artistica minimalista e ispirata e un po' perchè il protagonista ci è risultato subito simpatico, di chi stiamo parlando? Ma di KUNAI che domande! Sviluppato dai ragazzi di TurtleBlaze, KUNAI si presenta con una struttura abbastanza classica ma non disdegna qualche piccola chicca che ora andiamo a presentarvi. Ora però bando alle ciance e lanciamoci nella nostra recensione di KUNAI per Nintendo Switch.
 

 

La trama di KUNAI

KUNAI è ambientato in un futuro post apocalittico dove, guarda a caso, la razza umana non se la passa per niente bene. L'intelligenza artificiale Lemonkus è diventata troppo intelligente, si è ribellata ai suoi creatori e, grazie al fatto di essere completamente autosufficiente ha iniziato a mettere a ferro e fuoco l'intero pianeta. Ora la razza umana che è soggiogata dalle sue stesse creazioni il futuro dell'umanità è riposto in un singolo, piccolo tablet: stiamo parlando di Tabby il protagonista della nostra avventura.
 
KUNAI non è un titolo che ha chissà che velleità narrative, la trama è infatti poco più che un pretesto per dare un contesto al titolo e per mettere il giocatore davanti ad un mondo che si apre, letteralmente, sotto i suoi occhi. Lo scopo finale è ovviamente mettere fine alla tirannia di Lemonkus e riportare la pace (e la salvezza) sul pianeta Terra. 
 
Anche se la trama non riveste un ruolo fondamentale non faticherete minimamente a seguire le vicende di Tabby visto che KUNAI è tradotto in italiano.
 

 

Il gameplay di KUNAI

Se la componente narrativa non è certo il fiore all'occhiello della produzione la stessa cosa non si può dire per il gameplay, in un ipotetico bilanciamento delle varie parti infatti, i ragazzi di TurtleBlaze hanno optato per dare molta più profondità e importanza proprio alle meccaniche di gioco. KUNAI è un metroidvania di stampo abbastanza classico che cerca, riuscendoci alla grande, di evitare al giocatore di perdersi nei meandri dei livelli. Il level design è infatti abbastanza lineare (ma mai scontato) e da al giocatore la sensazione di sapere sempre dove si sta trovando, da dove arriva e dove vuole andare. 

Eliminare gli avversari non è solo un piacevole passatempo in KUNAI, è obbligatorio per avere sempre le batterie cariche e proseguire nell'avventura

 
E dove si differenzia KUNAI dalla pletora di altri titoli dello stesso genere presenti sul mercato? Beh oltre che sotto il profilo artistico e di respiro (ma di questo ne parleremo tra poco), anche sotto quello prettamente ludico. Partiamo dai comandi: Tabby risponde perfettamente ai nostri input, non abbiamo mai notato input lag o altri problemi durante le nostre partite su Nintendo Switch, il nostro eroe ha inoltre una serie di assi nella manica che lo rendono un vero e proprio ninja: letale e agilissimo. Grazie ai suoi pugnali (i kunai che danno il nome al gioco) è in grado di arrampicarsi sulle pareti e freddare gli avversari sia da lunga distanza che da distanza ravvicinata. La katana e altre armi ci verranno poi in aiuto per proseguire con più tranquillità la nostra avventura. Eliminare gli avversari permette al nostro eroe di recuperare monete ed energia, entrambi essenziali per poter proseguire nel gioco. L'energia servirà al piccolo tablet per mantenersi carico (eh si, è pur sempre un dispositivo elettrico che funziona a batterie) mentre le monete servono per poter acquistare gadget ed equipaggiamenti extra.
 
KUNAI offre al giocatore anche diversi piccoli puzzle ambientali che vi permetteranno di "staccare" dalla routine "esplorazione / combattimento" su cui si basa, principalmente, il gameplay. KUNAI ha una caratteristica abbastanza strana per un metroidvania: il backtraking è quasi del tutto assente, diciamo strana perchè solitamente questo genere fa largo uso di questa tecnica per "ampliare" considerevolmente il mondo di gioco. I detrattori del backtracking ne saranno felici ma dobbiamo ammettere che ci saremo aspettati qualcosa di più sotto questo punto di vista. Parliamo un secondo della difficoltà: KUNAI non è un titolo difficile ma nemmeno un prodotto che si gioca da solo. La progressione è ben bilanciata e, forse proprio anche grazie alla linearità dei livelli, KUNAI rappresenta una sorta di continuo tutorial fino ai titoli di coda (che potrete vedere dopo circa una decina d'ore abbondanti).
 

 

L'arte e la tecnica di KUNAI

Siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla direzione artistica e no, non stiamo parlando solo della pixel-art minimale ma sempre ben definita ma anche del carattere che gli sviluppatori hanno saputo infondere in protagonista e comprimari. Il nostro piccolo Tabby ha infatti del carisma che non passa certo inosservato, l'eroe è il vero protagonista della produzione e le sue espressioni e le sue reazioni vi lasceranno sicuramente col sorriso sul volto più di una volta.
 
Tecnicamente parlando non abbiamo notato problemi di alcun tipo, KUNAI gira fluido e senza intoppi su Nintendo Switch e durante le nostre partite non abbiamo mai avuto problemi di freeze o di bug che ci impedissero di proseguire. Abbiamo giocato il titolo in modalità portatile e anche la disposizione dei comandi è risultata confortevole. C'è chi potrebbe dire che la pixel-art presentata è un po' spoglia, a noi è sembrata più che altro abbastanza originale e una scelta stilistica che abbiamo condiviso.
 
Buona anche la colonna sonora, adatta e ben calzante col tema del gioco e con quello che vedete a video. Anche gli effetti sonori fanno la loro parte, la parte sonora di KUNAI non è certo l'elemento che eccelle di più nella produzione ma svolge molto bene il suo dovere.
 

 

KUNAI

KUNAI è un divertente metroidvania indie come tanti altri, dalla sua ha un protagonista carismatico che saprà fare rapidamente breccia nel vostro cuore. Certo, se state cercando un metroidvania duro e puro con tanto backtraking non è il titolo più adatto per voi ma se cercate invece un gioco divertente e che vi possa appassionare per una decina d'ore (con soluzioni di gameplay anche originali) allora dovete dargli una chance (e tra l'altro è presente una demo sull'e-shop Nintendo).

7

Trama 6

Gameplay 8

Arte e tecnica 7

Pro:

buon level design

facile da apprendere difficile da padroneggiare

Contro:

pixel un po' piatta

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store