8,5

Recensione Crashlands per Nintendo Switch - Costruisci per distruggere

Dopo averci fatto divertire su PC, Android e iOS i ragazzi di Butterscotch Shenanigans hanno portato Crashlands su Nintendo Switch, vediamo come se la cava Flux Dabes sull'ibrida di casa Nintendo

Nulla si crea tutto si trasforma

"Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma" è forse con questa celebre frase che i ragazzi di Butterscotch Shenanigans hanno iniziato a sviluppare Crashlands. Il titolo del team indie non è certo una novità per chi segue il mercato videoludico (sopra tutto dei titoli indipendenti) ma oggi siamo qui a parlare del suo arrivo su Nintendo Switch. Saranno riusciti i ragazzi del piccolo team a sfruttare le potenzialità dell'ultima nata di casa Nintendo? Seguiteci per sapere come se la cava questo interessante action/rpg/survival ecc ecc nella nostra recensione di Crashlands per Nintendo Switch.

Crashlands
 

La trama di Crashlands per Nintendo Switch

Facciamo una piccola premessa: stiamo parlando sempre di Crashlands, di un suo porting, non è una nuova versione ne un seguito o un prequel quindi la trama di questa nuova incarnazione per Nintendo Switch non varia di una virgola rispetto a quello che avete già potuto provare sulle altre piattaforme. Detto questo la storia alla base di Crashlands è abbastanza semplice: nel gioco di Butterscotch Shenanigans impersoniamo Flux Dabes una sorta di corriere intergalattico. La vita della nostra protagonista fila liscia come l'olio: o almeno ha una sua certa routine, passa da una consegna all'altra senza grossi problemi. Tutto questo fino a quando non si trova a navigare nei pressi del pianeta Woanope, qui la sua astronave viene colpita (e fatta a pezzi) da un colpo partito da un mega cattivo di nome Hewgodooko. E' così che ci ritroviamo su questo pianeta alieno soli e sperduti, o meglio in compagnia del nostro robotico amico JuiceBox: un piccolo robot dal carattere decisamente particolare. Infuriati per la perdita del carico e furiosi per il danno subito non abbiamo possiamo fare altro che cercare di riorganizzarci e cercare il nostro nuovo acerrimo nemico: Hewgodooko, sconfiggerlo e lasciare per sempre il pianeta di Woanope. Questo è l'incipit narrativo che ci avvia verso una lunga campagna costellata di incontri con personaggi fuori di test e con quest che vanno dal folle al fuso andante. 


Crashlands
 

Il gameplay di Crashlands per Nintendo Switch

Bene, descrivere Crashlands a chi non l'ha mai giocato è abbastanza complesso: il titolo dei ragazzi di Butterscotch Shenanigans infatti è un vero e proprio mix di generi, si passa dalla componente rpg a quella di esplorazione, a quella di creazione dei propri oggetti a quelle relative al combat system in pochissimi istanti. Crashlands ci mette davanti un mondo aperto che possiamo decidere di esplorare, fin da subito, in ogni sua parte e possiamo garantirvi che la mappa è davvero enorme. Anche se il mondo di gioco non pone delle barriere fisiche che ci impediscono di addentrarci ovunque vogliamo è vero che le vere e proprie barriere sono definite dagli avversari che incontreremo lungo il nostro cammino. A conti fatti sono proprio loro infatti che ci potrebbero bloccare, se infatti decidessimo, per esempio, di addentrarci verso nord prima o poi verremmo oneshottati da un mostro di diversi livelli sopra il nostro. Proprio per questo motivo dobbiamo far crescere la nostra protagonista passo dopo passo, missione dopo missione. Il gioco ci mette davanti, oltre alla main quest, a quest facoltative che ci consentiranno di expare più velocemente o di apprendere nuove ricette o progetti di costruzione. E' proprio sui progetti e sul crafting che si basa una bella fetta dell'esperienza ludica offerta da Crashlands: è infatti grazie al crafting che possiamo procurarci le armi e le armature che ci consentiranno di essere più competitivi durante le nostre esplorazioni. Man a mano che riusciamo ad esplorare nuove aree verremo a contatto con nuovi materiali (e nuovi avversari) grazie ai quali possiamo costruire armi più potenti e armature più efficienti. Una delle prima cose che dobbiamo fare è costruire la nostra base operativa: esattamente come in Minecraft possiamo costruire praticamente qualsiasi cosa: dal pavimento a tasselli da mettere sull'acqua per costruire ponti di fortuna, fino a creare dei piccoli tavoli da lavoro che ci consentono di costruire elementi e armi sempre più potenti. Crashlands ci consente anche (attraverso particolari quest) di allevare dei cuccioli di alieni che ci seguiranno nella nostra avventura e ci aiuteranno a combattere i vari avversari. Il combat system è immediato e semplice da apprendere, è facile prendere confidenza con i comandi e trovarsi a menar fendenti a destra e a manca facendosi largo tra orde e orde di alieni. In caso di morte il nostro personaggio perderà gli oggetti che ha trovato lungo il suo percorso e verremo rispediti all'ultimo punto di salvataggio che abbiamo visitato (questi punti di salvataggio sono gli stessi che ci consentono di viaggiare rapidamente tra un punto e l'altro della mappa). Insomma Crashlands è davvero vario e fuori di testa e inoltre ha un grande vantaggio: se avete già giocato il titolo su altre piattaforme (e vi siete registrati alla community di Butterscotch Shenanigans) potrete importare i salvataggi e continuare la vostra avventura esattamente da dove l'avete lasciata. Due parole sui controlli della versione Nintendo Switch: Crashlands sfrutta molto bene i controller (risulta decisamente più comodo rispetto a giocarlo su smartphone), ma non utilizza altre caratteristiche uniche della console della casa di Kyoto. Dulcis in fundo in questa versione è stata aggiunta la modalità coop che da una marcia in più al titolo (e che nel momento in cui scriviamo dovrebbe essere arrivata anche sulle altre versioni).

Crashlands
 

L'arte e la tecnica di Crashlands per Nintendo Switch

Dal punto di vista artistico Crashlands ha qualcosa che riesce, senza ombra di dubbio, a destare interesse, sarà il design dei personaggi e dell'ambiente, sarà l'atmosfera che gli sviluppatori sono riusciti a creare ma sta di fatto che è uno di quei titoli che attira l'attenzione pur non mostrando chissaà che muscoli in termini tecnici. Il design dei personaggi è al limite del super-deformed e le scelte cromatiche sono sicuramente azzeccate, Crashlands riesce ad unire elementi "puccettosi" a scene violente mascherate con una buona dose di umorismo. Ma parliamo di questo porting su Nintendo Switch che ci ha soddisfatto sotto tutti i punti di vista, tecnicamente il gioco gira senza problemi e il framerate è rimasto granitico durante tutte le nostre partite. Possiamo dire che giocare a Crashlands su Nintendo Switch in modalità handled è come giocarselo su un (bel) tablet, i testi a schermo e gli oggetti sono sempre ben visibili e definiti. Una menzione d'onore va alle animazioni, perfette e ben legate tra loro. Ottima anche la colonna sonora (ma d'altra parte lo era anche nelle versioni PC e mobile).

Crashlands

Crashlands

La versione di Crashlands per Nintendo Switch ha pienamente soddisfatto le nostre aspettative. Ci aspettavamo molto da questa versione e i ragazzi di Butterscotch Shenanigans non ci hanno deluso. Per chi ha già giocato il titolo (o ha una partita in corso) su un altro dispositivo (sopra tutto se questo dispositivo è il PC), giocarlo su Switch o continuare le varie partite da una periferica all'altra potrebbe essere estremamente interessante. Ben strutturata la modalità cooperativa, peccato per la continua assenza della lingua italiana, ma per il resto Crashlands è un titolo che ci sentiamo di consigliare a chiunque.

8,5

Trama 8

Gameplay 9

Arte e tecnica 8

Pro:

vasto e vario

ci sono un sacco di cose da fare

cross-play

Contro:

manca l'italiano

Potrebbe interessarti anche

Crashlands è disponibile per Nintendo Switch

Crashlands è disponibile per Nintendo Switch

Crashlands, l'avventura di crafting con elementi RPG e oltre 500.000 giocatori di Butterscotch Shenanigans, debutta oggi su Nintendo Switch con una nuova modalità cooperativa locale. Questa modalità arriverà su Steam tramite l'aggiornamento gratuito di oggi.

Crashlands arriva su Nintendo Switch l'8 novembre

Crashlands arriva su Nintendo Switch l'8 novembre

Crashlands, l'avventura a base di crafting con elementi RPG e oltre 500.000 giocatori di Butterscotch Shenanigans arriva su Nintendo Switch l'8 novembre insieme a una nuovissima modalità co-op locale!

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store