8.5

Recensione Call of Duty: Vanguard per XBOX ONE - Di nuovo nella Seconda Guerra Mondiale

Activision e Sledgehammer Games ci riportano nella Seconda Guerra Mondiale: ecco la nostra recensione di Call of Duty: Vanguard per XBOX ONE

È sempre tempo di COD

Rieccoci a parlare di un Call Of Duty, l'ultima volta che abbiamo discusso su queste pagine del franchise di Activision l'abbiamo fatto in occasione della recensione di Call Of Duty: Black Ops Cold War, un titolo che ci ha convinto, ambientato in piena Guerra Fredda e molto interessante sul piano narrativo. Oggi, a distanza di quasi un anno dalla recensione, torniamo a parlarvi dell'ultimo capitolo della serie targata Activision e, più nello specifico, parliamo di Call Of Duty: Vanguard. Se siete curiosi di conoscere di più sul gioco e sulle novità introdotte ad Sledgehammer Games seguiteci nella nostra recensione di Call Of Duty: Vanguard per XBOX One.
 

 

La trama di Call of Duty: Vanguard

E come per ogni nostra recensione partiamo a parlare della trama di Call Of Duty: Vanguard e lo facciamo con particolare attenzione perchè la famosa serie di Activision, al netto di un gameplay adrenalinico e un multiplayer corposo, ha da sempre fatto affidamento su una componente narrativa abbastanza importante. Ora, non che si possa tirar fuori un libro dalle storie narrate nella serie ma c'è da dire che i giochi del franchise hanno sempre fatto leva su campagne generalmente interessanti (anche se forse troppo caciarone) che potessero attirare il giocatore nelle varie zone di guerra. Dal primo Call Of Duty infatti la serie ha fatto un gran affidamento sul coinvolgimento (emotivo e no) che è in grado di scatenare nei giocatori. 
 
La campagna di Call Of Duty: Vanguard è suddivisa in nove capitoli che fanno da sfondo ai flashback dei vari protagonisti. Si, perchè in Call Of Duty: Vanguard non impersonerete un solo personaggio ma diversi e, per la precisione, avrete a che fare con i membri della Task Force 1. Questa squadra speciale include personaggi decisamente particolari, veri e propri eroi che hanno alle spalle un passato decisamente ragguardevole dal punto di vista militare. Nel primo capitolo la squadra viene messa in scacco dal generale tedesco Hermann Freisinger e i nostri eroi vengono messi in prigionia. È proprio durante la prigione che il gioco mostra i volti (e le azioni) dei vari componenti del team dedicando ad ognuno di loro un capitolo. Ecco che la trama di COD: Vanguard diventa una lunga sequela di flashback, adrenalinici e spettacolari come la serie ci ha abituato ma con un intuizione corale molto inferiore alle aspettative. 
 
Se è infatti estremamente interessante vestire i panni di Polina Petrova, cecchina russa che non ha più nulla da perdere o quelli di Wade Jackson che passa (letteralmente) dai combattimenti aerei a quelli terrestri di Bougainville è altrettanto vero che questo approccio "rompe" un po' il concetto di racconto vero e proprio. È infatti solo nelle battute finali che il gruppo si comporta come tale e che l'enfasi della narrazione raggiunge il suo apice, apice che però non dura molto visto che i titoli di coda rimangono davvero dietro l'angolo. Molto buona la localizzazione italiana completa, per altro, di un doppiaggio nella nostra lingua di pregevole fattura. 
 

 

Il gameplay di Call of Duty: Vanguard

Se la componente narrativa di Call Of Duty: Vanguard ci porta in teatri di guerra vari e molto diversi tra loro in una campagna molto scriptata ma, come al solito, adrenalinica e cinematografica, il gameplay cerca di variare rispetto agli ultimi capitoli della serie e lo fa non sempre con effettivi miglioramenti. Essendo il tutto molto story-driven, anche il gameplay di Call Of Duty: Vanguard ha dovuto adattarsi alla narrazione e il risultato ci ha convinto solo a metà. In Call Of Duty: Black Ops Cold War avevamo missioni facoltative, scelte da compiere e finali alternativi: il giocatore si sentiva davvero protagonista della vicenda e la sensazione di poter modificare la progressione era evidente, in COD: Vanguard questa parte manca completamente. Le scene sono molto scriptate e la sensazione di essere su un vagone di una giostra del luna park è spesso tangibile. 
 

Il gameplay di Call Of Duty: Vanguard diverte ma non esalta, il feedback delle armi è eccellente così come il coinvolgimento ma si ha sempre la sensazione di essere all'interno di una scrittura già prestabilita


Pad alla mano Call Of Duty: Vanguard diverte ma non esalta, forse anche per colpa di una intelligenza artificiale un po' deficitaria, poco convincente e poco reattiva. Niente da dire invece sui controlli, sempre precisi e perfettamente reattivi. Abbiamo anche apprezzato il level design: molto "a cunicolo" ma bello da vedere e da giocare. Il feedback delle armi e la loro varietà ci ha invece convinti appieno così come alcuni eventi particolari a cui assisterete durante le varie missioni. Call Of Duty: Vanguarda non è però unicamente single player, anche questa volta avrete a che fare con la modalità Zombie che (come da tradizione) alla release del titolo viene praticamente unicamente proposta per poi evolvere nel corso della crescita del gioco e della sua community. 
 
Ottime notizie si registrano invece nella componente multiplayer di Call Of Duty: Vanguard dove sembra che Activision abbia davvero fatto tesoro e preso in considerazione il feedback dei giocatori e quanto di buono fatto con i precedenti capitoli. Quest'anno Sledgehammer Games ha saputo presentare un interessante rapporto qualità / quantità per i contenuti proposti e per le varie modalità. Considerate che avrete a che fare con ben venti mappe a disposizione divise in diverse modalità che sanno soddisfare anche i palati più raffinati. Ottimo anche il sistema di matchmaking e il netcode del titolo che riescono ad offrire ai giocatori partite prive di grossi problemi di latenza. 
 

 

L'arte e la tecnica di Call of Duty: Vanguard

Difficile criticare le scelte stilistiche e artistiche di ActivisionSledgehammer Games, anche questa volta Call Of Duty si dimostra ampiamente all'altezza delle aspettative. Abbiamo apprezzato in particolar modo la varietà di ambienti e personaggi e la loro caratterizzazione. Alcuni livelli ci hanno letteralmente rapito (come quelli dedicati a Polina Petrova) dove Call Of Duty: Vanguard da davvero il meglio di se. Vanguard riesce a coinvolgere il giocatore e a portarlo sul campo di battaglia anche grazie alla sua direzione artistica e alle scelte compiute dagli sviluppatori. 
 
Dal punto di vista tecnico dobbiamo dire di essere soddisfatti da quanto proposto su XBOX One X. Pur non potendo godere dei fasti grafici e tecnici delle versioni XBOX Series X e Playstation 5 (o PC) Call of Duty: Vanguard se la cava decisamente bene e anche con prestazioni di tutto rispetto. Non abbiamo notato problemi o bug di sorta nelle nostre partite e il frame rate non è mai sceso sotto la soglia dei 30 fps mantenendo il titolo ben giocabile anche nelle fasi più concitate. 
 
Buone notizie anche sul fronte audio sia per quanto concerne la colonna sonora che per il doppiaggio in italiano, decisamente di ottimo livello. 
 

 

Call of Duty: Vanguard

Dobbiamo essere sinceri: ci aspettavamo di più dalla campagna di Call Of Duty: Vanguard. Il titolo di Sledgehammer Games è sicuramente un prodotto che merita di essere giocato ma da un Call Of Duty le aspettative sono sempre altissime e questa volta non sono state completamente rispettate. Ovvio che quando prendete il pad tra le mani e vi buttate nelle partite online vi dimenticherete presto della campagna e del suo essere molto (troppo) scriptata ma è altrettanto vero che ci sarebbe piaciuto poterci godere di più la storia, cosa che succede nelle battute finali e che, proprio sul più bello, si infrange contro i titoli di coda. Consigliato a tutti gli amanti della serie e a chi sta cercando un titolo molto solido nel comparto multiplayer.

8.5

Trama 7.00

Gameplay 8.50

Arte e tecnica 8.50

Pro:

doppiaggio eccellente

comparto grafico ben strutturato

gameplay solido e rodato

Contro:

la storia non ci ha convinto molto

troppo tradizionale

Potrebbe interessarti anche

Le quattro battaglie che hanno ispirato Call of Duty: Vanguard

Le quattro battaglie che hanno ispirato Call of Duty: Vanguard

L'acclamato franchise Call of Duty ritorna con Call of Duty : Vanguard

Call of Duty: Vanguard è disponibile in tutto il mondo

Call of Duty: Vanguard è disponibile in tutto il mondo

Call of Duty: Vanguard è disponibile su Playstation, XBOX e PC

A Londra risorgono gli zombie! Call of Duty: Vanguard porta i non morti nella capitale

A Londra risorgono gli zombie! Call of Duty: Vanguard porta i non morti nella capitale

Call of Duty ha portato i soldati zombie nelle strade di Londra

Fotoreporter di guerra sono entrati in COD Vanguard per scattare fotografie

Fotoreporter di guerra sono entrati in COD Vanguard per scattare fotografie

La grafica di Vanguard fa gola anche ai fotoreporter di guerra

Novità su Call of Duty: Vanguard Zombi, il nuovo capitolo della saga dell'Etere Oscuro

Novità su Call of Duty: Vanguard Zombi, il nuovo capitolo della saga dell'Etere Oscuro

Dai un'occhiata dietro le quinte con Treyarch Studios

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store