Dona alla Croce Rossa, aiuta l'Ucraina

Dona ora per l'emeregenza in Ucraina
8

Recensione Aspire: Ina's Tale per Nintendo Switch

Scopriamo insieme perché Ina è stata svegliata nella nostra recensione di Aspire: Ina's Tale per Nintendo Switch

Una piccola perla

Oggi parliamo di una piccola perla indie, non un titolone tripla A di cui leggerete sicuramente i nomi altisonanti in giro per la rete, ma di una piccola produzione che (però) ha tanto da raccontare. Eccoci quindi a parlarvi di Aspire: Ina's Tale, ultimo titolo sviluppato dai ragazzi di Wondernaut Studio e pubblicato sotto l'ala protettrice di Untold Tales. Se siete alla ricerca di un titolo curato, delicato e profondo (nella sua semplicità) vi invitiamo a continuare a leggere la nostra recensione di Aspire: Ina's Tale per Nintendo Switch perchè, siamo sicuri, troverete la lettura molto interessante.
 

 

La trama di Aspire: Ina's Tale

La trama di Aspire: Ina's Tale è molto semplice e, immerge direttamente il giocatore nel mondo di gioco senza troppi fronzoli. La piccola Ina, la protagonista della nostra avventura, vive un sonno profondo, non ci è dato sapere da quanto tempo questo sonno la avvolge. Ad un tratto però, il mondo intorno a lei si sveglia, e con esso, anche la piccola protagonista torna alla vita. Non sappiamo il motivo di questo risveglio, ma il risveglio non porta forse buone notizie visto che nella torre in cui Ina si trova comincia a dilagare una terribile oscurità. 
 
Non proseguiremo oltre nel raccontarvi la storia perchè, la trama di Aspire: Ina's Tale, pur nella sua semplicità è ben raccontata, con una narrazione che riesce a tenere incollato il giocatore fino ai titoli di coda, con colpi di scena e con momenti dal forte impatto emotivo. Aspire: Ina's Tale ha dimostrato un'altra volta che non c'è bisogno di imbastire una trama complessa per raccontare una bella storia. Peccato che Aspire: Ina's Tale non sia localizzato in italiano e che quindi, se non conoscete l'inglese, dovrete armarvi di pazienza e affrontare i temuti sottotitoli in lingua d'Albione. 
 
 

 

Il gameplay di Aspire: Ina's Tale

Dal punto di vista del gameplay Aspire: Ina's Tale si presenta come un platform d'esplorazione ricco di puzzle e di enigmi da risolvere, elementi che consentiranno a noi e alla nostra protagonista di proseguire nella storia e scoprire il mistero della torre e della melma che la tiene insieme. Se vi aspettavate un platform carico d'azione rimarrete delusi, Aspire: Ina's Tale non vi mette di fronte a milioni di armi con cui combattere centinaia di avversari ma piuttosto vi stimola a superare gli ostacoli che si pongono sul vostro cammino grazie ai poteri di Ina e ad un po' di pensiero laterale. 
 

Aspire: Ina's Tale è un titolo che lascia la violenza fuori dai giochi, giocando su enigmi e puzzle logici anche quando bisogna "far fuori" gli avversari


Durante l'esplorazione faremo la conoscenza di diversi personaggi, persone intrappolate che hanno perso la memoria e che noi potremo aiutare andando a scovare i ricordi disseminati nella torre. Ogni volta che "sblocchiamo" un ricordo aggiungiamo una tessera alla trama e alla storia che sta dietro Aspire: Ina's Tale. Abbiamo particolarmente apprezzato il fatto che il titolo di Wondernaut Studio rinneghi in qualche modo la violenza, anche quando avremo a che fare con i nemici disseminati lungo il nostro cammino, potremo sbarazzarci di loro senza usare armi ma sfruttando i poteri della protagonista (come il controllo della luce o la facoltà di spostare oggetti).
 
Abbiamo trovato il gameplay appagante e durante le nostre partite su Nintendo Switch abbiamo anche trovato i comandi di gioco ben strutturati e adatti alla tipologia di gameplay. Abbiamo, infine, apprezzato anche la disponibilità di salvataggi automatici che si occupano di salvare i nostri progressi senza quindi dover pensare a "salvare manualmente". 
 

 

L'arte e la tecnica di Aspire: Ina's Tale

La prima cosa che ci ha colpito di Aspire: Ina's Tale è la sua direzione artistica e l'aria che si respira una volta avviato il titolo. Le atmosfere della torre dove Ina giaceva addormentata, gli avversari, i luogi e i personaggi che si incontrano lungo il cammino sono tutti estremamente caratterizzati, curati e mai messi a caso. Tutto nella direzione artistica è bilanciato, piacevole alla vista e sempre "nel posto giusto". Alcuni scorci ci hanno poi lasciato con la bocca aperta perchè, dietro un'apparente semplicità, c'è una capacità molto rara di trasmettere emozioni. 
 
Buone notizie anche sul fronte tecnico, Aspire: Ina's Tale gira perfettamente su Nintendo Switch e durante le nostre prove non abbiamo riscontrato bug bloccanti. Se proprio dobbiamo cercare il pelo nell'uovo lo si può trovare nei bug che qua e la appaiono saltuariamente ma che, comunque, non riescono a rovinare l'atmosfera generale. 
 
Eccellente invece il comparto sonoro con una sondtrack perfettamente in linea con le ambientazioni e ampiamente superiore alle nostre più rosee aspettative.
 

 

Aspire: Ina's Tale

Aspire: Ina's Tale è una piccola perla, un titolo non certamente esente da difetti ma che è in grado di far vivere una bella storia al giocatore. Durante le circa cinque / sei ore che vi serviranno per completare l'avventura farete la conoscenza di diversi personaggi, scoprirete il mistero dietro Ina e, molto probabilmente, rifletterete anche su argomenti un po' più profondi. Peccato per la mancata localizzazione in italiano e per qualche bug che affiora qua e la.

8

Trama 8.00

Gameplay 8.00

Arte e tecnica 9.00

Pro:

direzione artistica sopraffina

gameplay semplice ma efficace

Contro:

qualche problema tecnico qua e la

manca italiano

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store