8

Recensione Armello per Nintendo Switch - La guerra si combatte in mobilità

Con l'arrivo su Nintendo Switch le guerre di Armello si possono giocare anche in mobilità. Analizziamo insieme come se la cava il titolo dei ragazzi di League of Geeks sull'ibrida Nintendo.

La guerra degli animali

Abbiamo parlato di Armello parecchio tempo fa, nella nostra prima recensione per la versione XBOX One e avevamo evidenziato quanto il lavoro svolto dai ragazzi del team di League of Geeks fosse interessante sotto molteplici punti di vista. Eccoci oggi a parlare invece della versione per Nintendo Switch di Armello, vediamo come si comporta questo strategico nella nostra recensione di Armello per Nintendo Switch.

Armello Nintendo Switch

La trama di Armello per Nintendo Switch

Partiamo subito da una piccola premessa: Armello per Nintendo Switch è la medesima versione che abbiamo recensito per XBOX One (se volete potete leggere la nostra recensione di Armello per XBOX One), dal punto di vista narrativo non ci sono quindi novità sostanziali. Per chi si fosse perso il nostro precedente articolo e non conoscesse nulla della trama di Armello facciamo un breve riassunto. Il regno di Armello è sempre stato un regno attraversato da una serie di battaglie intestine che ne hanno minato lo sviluppo e il benessere per anni. Per diversi secoli le varie fazioni e forze in campo si sono date battaglia fino all'arrivo del Wyld: una forza che riuscì a riunione tutti gli animali sotto uno stesso vessillo. Il Re Leone guidava il regno con l'aiuto dei suoi fidati consiglieri ma questa tregua non era destinata a durare a lungo, la Putrefazione si fece presto largo nel regno e contaminò la mente del Re Leone e dei suoi servitori, non passo molto tempo che l'oscurità cadde di nuovo sul colorato e felice regno di Armello. E' in questo stato di guerra civile che siamo chiamati a scendere in campo per mettere fine all'egemonia del Re Leone, distruggere la Putrefazione e cercare di dare ad Armello un futuro sereno.

Armello per Nintendo Switch

Il gameplay di Armello per Nintendo Switch

Anche sul profilo del gameplay non troviamo differenze rispetto alle precedenti versioni (per PC, XBOX One e Playstation 4) e quando diciamo che non troviamo differenze lo diciamo in senso letterale. Per chi pensasse infatti che il porting su Nintendo Switch abbia portato in dote alla produzione i vantaggi della console di casa Nintendo si sbaglia di grosso. Avremmo voluto scrivervi che questa versione vi permetteva di interagire col gioco usando il touch screen (e qui si sarebbero aperte delle possibilità di miglioramento del gameplay notevole rispetto alle precedenti versioni) ma purtroppo non è così, anzi abbiamo anche una notizia non proprio positiva per chi vuole fare l'acquisto: sullo store di Nintendo sono infatti presenti due "pacchetti" per Armello, il primo che rappresenta il gioco base (venduto a 19.99 euro nel momento in cui scriviamo) e il secondo il pacchetto DLC con le aggiunte in vendita anch'esso per 19.99 euro. Sinceramente ci saremo aspettati di trovare in questa nuova incarnazione tutti i contenuti rilasciati fino a questo momento e invece dobbiamo far notare anche l'assenza dei dati extra e dei romanzi, assenza che forse non verrà notata dai più ma che aiutava i più attenti e volenterosi ad apprendere fino in fondo la lore che sta dietro il mondo di Armello. Fortunatamente il titolo dei ragazzi di League of Geeks mantiene intatto il carisma e la giocabilità che abbiamo già sperimentato su XBOX One: Armello è un titolo di cui è abbastanza semplice imparare le meccaniche di base ma che per essere fatto proprio necessita di dedizione e passione. Chi non ha mai giocato una partita ad Armello deve sapere che il titolo è uno strategico a turni ambientato in una mappa generata casualmente dove le condizioni di vittoria sono diverse: possiamo puntare ad eliminare il Re ed effettuare quindi una vittoria di conquista, possiamo invece puntare a raccogliere cinque cristalli sparsi nel regno e cercare di vincere "purificando" il Re oppure tentare la strada della diplomazia e vincere avendo maggior prestigio del Re e assicurarsi la vittoria con la sua morte naturale. Sul tabellone di gioco Armello si comporta come un gioco da tavolo con iniettata una sana dose di gioco di carte collezionabili e un substrato RPG che non fa certo male. Se pensate che il progetto dei ragazzi di League of Geeks sia ambizioso ci avete azzeccato, ma dobbiamo confermare che il sistema di gioco funziona alla grande. Turno dopo turno dobbiamo cercare di avvicinarci al nostro obiettivo e completare nel mentre le missioni proposte. All'inizio del gioco dobbiamo scegliere il nostro eroe (e quindi il clan di appartenenza), ogni eroe ha caratteristiche di SpiritoCombattimento, Corpo e Ingegno diverso e ognuna di queste caratteristiche ci aiuta in frangenti diversi del gioco. Ad ogni turno possiamo muovere la nostra pedina e passare da una tassello all'altro, possiamo scontrarci contro gli avversari e in questo caso lo scontro si terrà a colpi di lancio di dadi (come in ogni RPG che si rispetti), ovviamente possiamo fare affidamento sugli effetti delle carte che abbiamo giocato e sull'equipaggiamento che abbiamo raccolto fino a quel punto. Insomma Armello è un titolo profondo che vi permetterà di passare un sacco di ore in sua compagnia, sia che optiate per la versione base che per i DLC (che allargano ulteriormente le possibilità offerte dal titolo).

Armello per Nintendo Switch
 

L'arte e la tecnica di Armello per Nintendo Switch

Nella nostra recensione della versione XBOX One di Armello avevamo tessuto le lodi sia per la componente artistica del titolo che per quella tecnica ed oggi, di fronte alla versione Switch dobbiamo fare le stesse identiche considerazioni: Armello è dannatamente bello da vedere, forse ancora di più sul piccolo schermo dell'ibrida Nintendo giocato in modalità docked. Tutto, sia le parti "in 2D" come le carte e gli artwork che quelle in 3D come il mondo di gioco e i modelli sono dettagliati e curati nei minimi particolari. Un applauso va poi fatto alla scelta delle palette cromatica, gli sviluppatori hanno scelto una serie di colori che richiama in modo massiccio "un mondo da favola" celando anche troppo le tinte scure che aleggiano sotto la superficie del titolo. Tecnicamente parlando la versione per Nintendo Switch di Armello non ha nulla da invidiare alle versioni delle "sorelle maggiori" e riesce a tenere tranquillamente il passo (e il framerate) senza cedere a compromessi. Certo c'è da dire che Armello non è un titolo che ha bisogno di chissà che potenza di calcolo per girare degnamente ma è sempre piacevole notare quanto i porting su Switch siamo, in linea di massima, di ottimo livello. Chiudiamo infine con un dettaglio molto importante per chi non mastica l'inglese: Armello per Nintendo Switch è infatti localizzato in italiano ed è quindi fruibile da tutti senza bisogno di tenere il dizionario a portata di mano per poter giocare (e comprendere) quello che succede a video.

Armello per Nintendo Switch

Armello

Armello per Nintendo Switch è l'ennesima felice sorpresa che ci troviamo tra le mani (è proprio il caso di dirlo) sull0ibrida di casa Nintendo. La "piccola" della casa di Kyoto è considerabile sempre di più il punto di riferimento per quanto riguarda le produzioni indie in ambito console. Chi non ha giocato ad Armello su XBOX One, Playstation 4 o PC ha davanti a se un'ottima alternativa alle versioni appena citate con in più la possibilità di essere giocato in mobilità. Se siete appassionati di strategici a turni conviene che teniate in forte considerazione il titolo dei ragazzi di League of Geeks.

8

Trama 8

Gameplay 8

Arte e tecnica 8

Pro:

ottimo porting su switch

gameplay originale

giocabile in portabilità

Contro:

niente comandi touch

contenuti extra da acquistare a parte

Potrebbe interessarti anche

Armello annunciato per Nintendo Switch

Armello annunciato per Nintendo Switch

I ragazzi di League of Geeks annunciano l'arrivo di Armello su Nintendo Switch

Scarica l'app ufficiale di Gamernews.it, è gratis

Gamernews.it app in Google Play Store