Scarica subito l'app di GamerNews.it! È gratis! Tutte le notizie dei tuoi videogiochi preferiti sempre con te!
Get it on Google Play  amazon app shop gamernews app

Recensione Bonbslinger - Abbiamo un erede di Bomberman?

Arriva la bomba che scoppia e rimbomba!

C’era un titolo che da bambino ho adorato ed amato alla follia: Bomberman. Gli omini tondeggianti di casa Konami hanno letteralmente rubato ore e ore della mia infanzia, crescendo ho sperato più volte in una riproposizione del titolo che fosse degna del suo nome ma fino ad ora niente ha realmente destato il mio interesse, almeno fino ad oggi. All’improvviso l’illuminazione: Bombslinger, stesse meccaniche di Bomberman ma con un tocco di “modernità”, siete curiosi di sapere cosa sono riusciti a combinare i ragazzi di Mode4? Allora seguiteci nella nostra recensione di Bombslinger.

Bombslinger

La trama di Bombslinger

Premetto che, personalmente, ogni volta che avvicino la parola West a quella videogiochi la mia attenzione verso il titolo sale vertiginosamente e così è stato anche per Bombslinger. Ma torniamo a parlare della trama, i ragazzi di Mode4 hanno preso in prestito “momenti narrativi” da diversi ambiti della tradizione Wild West, il nostro protagonista è infatti un ex bandito (John Marton, dove sei?) che si è redento e ha deciso di dedicare la sua vita al suo piccolo ranch e all’amata moglie. Tutto questo fino al momento in cui, un gruppo di “ex-colleghi” (possiamo chiamarli così?) decide di mettere a ferro e fuoco la sua fattoria e trucidare la moglie. Distrutto tutto quello che, per noi, rappresentava qualcosa non ci resta altro che dedicare anima e corpo alla vendetta uccidendo, uno dopo l’altro, i fautori di questa strage. Come potete ben capire la trama di Bombslinger non è certamente originale ma, se non altro, ha il pregio di dare una forma e un filo conduttore alla nostra avventura anziché presentarci una spoglia e asettica sequenza di livelli.

Bombslinger

Il gameplay di Bombslinger

E’ nel gameplay che Bombslinger gioca le sue carte migliori, i ragazzi di Mode4, avevano probabilmente amato anch’essi alla follia Bomberman perché in Bombslinger si respira ogni attimo la stessa aria che dava vita al titolo Konami. Gli sviluppatori Belgi hanno però aggiunto elementi interessanti alle meccaniche di gioco come la generazione procedurale dei livelli (che oggigiorno va di gran moda) e il sistema tipicamente rogue-like che ci da a disposizione una sola run prima di resettare, alla nostra morte, tutti i progressi effettuati. Ma non è tutto qui perché Bombslinger ha dalla sua un’altra freccia al proprio arco e questa è la struttura dei livelli. Ogni stage è infatti collegato ad altri stage e in alto a sinistra è sempre visibile la mappa che ci mostra cosa abbiamo già visitato e cosa no. Lo scopo di ogni livello è quello di arrivare allo stage col boss di turno. Oltre alla classica meccanica del “piazza la bomba e scappa” nella speranza di far fuori i vari tipi di avverarsi il gioco di Mode 4 permette al giocatore di spendere il denaro guadagnato in elementi acquistabili presso gli store sparsi per i livelli. Già perché Bombslinger permette ai giocatori di utilizzare anche elementi bonus per rendere più semplice il nostro cammino di vendetta. Non solo, ma eliminando avversari su avversari è anche possibile salire di livello ed acquisire capacità bonus. Dal punto di vista della vera e propria giocabilità Bombslinger riprende le meccaniche base da dove erano state lasciate da Konami, e questo è un gran bene, il nostro eroe può aumentare il numero di bombe da lasciar cadere alla volta, può potenziarle per allungare il raggio d’azione e piazzare la bomba e nascondersi dietro un riparo fa tornare alla mente le stesse sensazioni di tanti e tanti anni fa. Bombslinger è, fra l’altro, un titolo che non fa grossi sconti agli utenti e li pone davanti ad un sistema che non regala nulla, ogni vittoria, ogni stage passato deve essere guadagnato metro dopo metro, bomba dopo bomba dal giocatore. Dulcis in fundo arrivano le boss battle, belle, appaganti e mai banali, con ogni boss che ha delle sue caratteristiche che lo rendono unico e degno di essere studiato a dovere prima di poterlo “tirare giù”. Se infiliamo tutto quello che abbiamo appena detto in un ambiente generato proceduralmente dove tutto è diverso partita dopo partita ci rendiamo immediatamente conto che i ragazzi di Mode4 sono riusciti a coadiuvare meccaniche di gameplay di quasi vent’anni fa con caratteristiche tipiche degli ultimi anni. 

Bombslinger

L’arte e la tecnica di Bombslinger

Anche dal punto di vista artistico Bombslinger regala grandi soddisfazioni. La direzione artistica riesce a rendere gli ambienti western alla grande proponendo momenti e particolari tipici del vecchio West che tanto abbiamo apprezzato in giochi del calibro di Red Dead Redemption. Pur utilizzando una grafica in pixel art volutamente “spartana” la resa grafica a schermo è di tutto rispetto, sia mostrata su un TV full HD che sul piccolo schermo di Nintendo Switch (abbiamo provato sia la versione XBOX One che quella per l’ibrida Nintendo). Molto buone le animazioni così come i piccoli dettagli che ci hanno fatto più volte sorridere. Dal punto di vista tecnico non abbiamo molto da segnalare se non che Bombslinger non ha mostrato punti deboli e non abbiamo mai notato incertezze nel motore grafico. Bene anche la colonna sonora che si adatta perfettamente alle ambientazioni proposte e alla dinamiche presenti a video. 

Bombslinger 

Il verdetto

8 Il nostro voto

Bombslinger è un gioco che non deve passare inosservato, per chi ha amato Bomberman è un gioco da non lasciarsi assolutamente sfuggire. La capacità dei ragazzi di Mode4 di proporre un gameplay fresco e immediato lavorando su basi vecchie di oltre vent’anni ha dell’incredibile, Bombslinger per moltissimi versi è meglio di tante versioni di Bomberman a cui mi è capitato di mettere mano in questi anni.


 

Potete acquistare Bombslinger per XBOX One su XBOX Store, per Nintendo Switch sull’e-shop Nintendo e per PC su Steam.

Bombslinger

Indossa il poncho del Bombslinger, uno spietato bandito diventato un tranquillo contadino, che vuole vendicarsi dell'assassinio della sua amata e della distruzione del suo ranch per mano della sua vecchia banda. Fai esplodere orde di nemici e affina le tue abilità di lanciabombe in un'avventura in solitaria con livelli generati casualmente, personaggi con potenziamenti di abilità e una varietà di oggetti offensivi e difensivi. E quando vuoi fare una pausa, sfida i tuoi amici in frenetiche battaglie deathmatch a 4 giocatori!
Condividi.

L'Autore

Gamernews.it

Gamernews.it raccoglie le notizie dai migliori siti italiani di videogiochi,le classifica, le aggrega.
Resta sempre aggiornato