Scarica subito l'app di GamerNews.it! È gratis! Tutte le notizie dei tuoi videogiochi preferiti sempre con te!
Get it on Google Play  amazon app shop gamernews app

Anteprima Darwin Project - Battle Royale e sopravvivenza un mix vincente!

Storie di vite da reality show

Oggi parliamo di un titolo che è passato in sordina fin dal suo annuncio: Darwin Project. In un mondo dove sembra che tutto il comparto multiplayer debba passare dai Battle Royale (leggetevi la nostra recensione di Fortnite giusto per citare il primo titolo che viene in mente), Scavengers Studio sembra voler presentare delle variazioni sul tema. Procediamo con ordine e se volete saperne di più seguiteci nella nostra recensione.

Darwin Project

La trama di Darwin Project

Prima di parlare della (poca) trama presente in Darwin Project conviene fare un piccolo excursus sulla “storia” del titolo dei ragazzi di Scavengers Studio: presentato sul palco di Microsoft in un E3 non proprio esaltantissimo per la compagnia passa quasi immediatamente in secondo piano, forse anche a causa di un trailer che non era riuscito a far passare i concetti chiave del titolo. A distanza di tempo possiamo dirvi invece che Darwin Project è un gioco da tenere fortemente in considerazione perché rappresenta più di quello che è riuscito a trasmettere fino ad ora. La trama che muove il titolo è abbastanza stringata (e ci sta, è un titolo solo multiplayer). Nel mondo di Darwin Project in Canada sta andando di moda un nuovo modo di vivere i reality show in TV, le regole di questo nuovo format televisivo sono semplici: mettete un gruppo di individui (detenuti) in un ambiente freddo e ostile e guardateli trucidarsi senza pietà, ah non è finita, dalla regia, ogni tanto, fanno saltare per aria un intero pezzo di terreno, disintegrando tutto al suo interno (compresi i concorrenti, se presenti). Qualcosa che, alla lontana, ricorda Hunger Games ma con un tasso di violenza probabilmente più elevato vista la minore estensione degli scenari. Con questo incipit narrativo stringato ma chiaro ed esaustivo, Darwin Project si presenta sui nostri monitor.

Darwin Project

Il gameplay di Darwin Project

Spesso di sente parlare di Darwin Project come un Battle Royale, forse però questa definizione è un po’ troppo generalista e limita in parte quello che invece rappresenta il titolo di Scavengers Studio. In Darwin Project, una volta creato il nostro personaggio con un editor semplice ma funzionale e sufficientemente espressivo per dare sfogo alla nostra fantasia, ci ritroviamo in un’area boschiva e fredda (tenetevi a mente la parola “freddo” perché ci torneremo sopra) con un unico scopo in mente: restare l’unico sopravvissuto. Punto primo: parola d’ordine “sopravvivenza”, a differenza di altri titoli multiplayer in Darwin Project non scendiamo in campo con un loadout scelto al momento della creazione del pg ma tutti iniziano con arco e un’accetta (anche vero che nella sala d’attesa possiamo già potenziare il tipo di frecce e di trappole da portare con noi). A differenza dei classici titoli multiplayer in Darwin Project la possibilità di creare nuovi elementi non è accessoria ma fondamentale, il crafting infatti è essenziale per sopravvivere. Già, la sopravvivenza è infatti un’elemento di base del gameplay, il freddo delle lande che andremo a solcare può mettere fine alla nostra partita allo stesso modo con cui lo farebbero i colpi degli avversari o la nuclearizzazione del terreno. Per sopravvivere al gelo possiamo creare dei piccoli falò, alimentandoli con la legna raccolta, ma in questo caso lasceremmo delle evidenti tracce che i nostri avversari potranno utilizzare per braccarci. Queste meccaniche di gameplay tipicamente “di caccia” si inanellano in una serie di meccaniche più tipiche dei Battle Royale ma riescono a dare un vero tocco unico alla produzione. Potete per esempio piazzare delle trappole vicino a delle casse di oggetti, per attirare i vostri avversari e finirli a colpi di ascia o di arco e frecce. Potete decidere di iniziare a cercare risorse per potenziare il vostro arsenale con lo scopo di arrivare più preparati agli scontri finali (rischiando però di lasciare molte tracce del vostro percorso e quindi prestare il fianco ad agguati o attacchi improvvisi). Insomma dal punto di vista del gameplay Darwin Project riesce a differenziarsi in maniera importante dalle produzioni presenti sul mercato. In ultima istanza nelle partite è possibile impersonare anche la regia e seguire i vari giocatori con le telecamere, utilizzare il nuclearizzatore e molto altro ancora. 

Darwin Project

L’arte e la tecnica di Darwin Project

Darwin Project, oltre a presentare meccaniche di gameplay decisamente innovative per il genere di appartenenza, mostra un comparto artistico e tecnico interessante. Anche se il titolo dei ragazzi di Scavengers Studio non stupisce per il “peso grafico” dell’opera, il motore di gioco fa il suo sporco lavoro e nelle nostre partite non ci siamo scontrati con bug o problemi bloccanti di sorta. Il design dei personaggi, delle ambientazioni e, in generale dell’intero titolo, è sufficientemente originale da farlo ricordare e rendere riconoscibile. Sarà l’utilizzo di ascia e arco, sarà l’ambientazione “Canadese”, sarà la tecnica del simil cell-shading con un tocco quasi cartoonesco ma, di fatto, Darwin Project riesce ad essere unico nel suo genere. Anche il comparto audio fa il suo dovere e lo fa bene, senza eccellere in maniera particolare ma adattandosi molto bene a tutto quello che si muove a video. Se consideriamo poi che il titolo è ancora in Early Access (disponibile per PC e XBOX One), potete ben capire che di ulteriori margini di miglioramento ne abbiamo.

Darwin Project

 

Riassumendo

Darwin Project è un titolo a cui ogni amante dei giochi multiplayer deve prestare particolare attenzione. Soffocato fino ad ora da una valanga di titoli con un hype mostruoso pompato perfettamente da macchine di marketing mangia-soldi, il prodotto di Scavengers Studio può fare affidamento quasi unicamente sul passa-parola e sul colpo che riesce a dare ai giocatori. Il nostro consiglio è di dargli una chance e, se ne avete modo, di provarlo nelle giornate di gioco gratuito, siamo convinti che non ve ne pentirete.


 

Potete acquistare Darwin Project per PC su Steam e per XBOX One su XBOX Store.

Darwin Project

Questo gioco è in corso di elaborazione. Potrebbe cambiare nel corso del tempo oppure non essere pubblicato come prodotto finale. Acquistare solo se si è soddisfatti dello stato attuale del gioco non ancora finito. Il sistema di combattimento arcade in terza persona è al contempo dal sapore antico (le armi principali sono un arco e un'ascia) e futuristico (grazie a poteri quali scudi di energia e teletrasporto). La grande novità è la presenza del Regista, un giocatore che dirige lo show e ha il potere di rendere il combattimento più adrenalinico o bilanciato a suo piacimento. BATTLE ROYALE E SOPRAVVIVENZA Darwin Project è un intenso gioco in stile Battle Royale tra gruppi da 10 giocatori che si svolge nelle Montagne Rocciose del Canada. I giocatori dovranno innanzitutto sconfiggere il freddo accendendo il fuoco e creandosi vestiti caldi; poi, dovranno trovare indizi, disseminare trappole e dare la caccia agli altri concorrenti. Per vincere, i giocatori dovranno sfruttare al massimo le loro doti di combattimento, creazione, inseguimento e il loro carisma. ESHOW: IL REGISTA PRENDE IL CONTROLLO DELLA SITUAZIONE In ogni partita un giocatore veste i panni del Regista, che assiste alla battaglia da una telecamera posizionata su un drone. Il suo pannello di comando è dotato di una strumentazione tale da consentirgli di ridare speranza a un giocatore ormai spacciato o di mettere in difficoltà un concorrente particolarmente assetato di sangue evocando una tempesta gravitazionale, limitando le aree di gioco o scatenando una Caccia all'uomo che rivela la posizione di un giocatore nell'arena.
Condividi.

L'Autore

Gamernews.it

Gamernews.it raccoglie le notizie dai migliori siti italiani di videogiochi,le classifica, le aggrega.
Resta sempre aggiornato