Scarica subito l'app di GamerNews.it! È gratis! Tutte le notizie dei tuoi videogiochi preferiti sempre con te!
Get it on Google Play  amazon app shop gamernews app

Recensione Night in the Woods - Problemi adolescenziali e oscuri misteri

Storie di un piccolo mondo

Oggi parliamo di un’avventura grafica emozionale e profonda che tratta argomenti maturi e lo fa con forza e delicatezza come raramente si è visto prima. Stiamo parlando di Night in the Woods titolo dei ragazzi di Finji. 

Night in the Woods

La trama di Night in the Woods

Night in the Woods parla della storia di Mae Borowski e del suo ritorno al piccolo paese natale: Possum Springs dopo l’abbandono del collage. Il ritorno al piccolo paesino non è però indolore, Mae deve recuperare le vecchie amicizie, persone che non vede da molto tempo e con cui non ha più lo stesso rapporto che aveva prima della sua partenza. La nostra avventura inizia proprio così, con piccole faccende quotidiane da risolvere ma la narrazione verte su temi più profondi e cupi, nei boschi intorno alla città di notte succede qualcosa di strano, ma nessuno sembra accorgersene, nessuno tranne Mae. Non vi racconteremo nulla di specifico della trama per non rischiare di creare spoiler e rovinare quindi una storia interessante che necessita di circa una decina d’ore per essere portata a termine. La narrazione regge ottimamente per quasi tutta la durata del titolo, solo sul finale sembra che il team di sviluppo abbia dato un’accelerata forse troppo brusca agli eventi e abbia chiuso frettolosamente i giochi. E’ interessante notare come Night in the Woods tocchi temi fortemente sentiti da chi, negli States, vive lontano dalle luci di Hollywood o le Streets commerciali di New York. Night in the Woods tratteggia un Possum Springs stretto nella morsa delle banche, un ambiente dove le differenze sociali si fanno sentire (e tanto) e dove gli abitanti non si fanno troppo scrupoli nel mantenere segreto quello che pensano.

Night in the Woods

Il gameplay di Night in the Woods

Prendere dimestichezza con i comandi di Night in the Woods non sarà una cosa estremamente complessa anzi, il tempo che vi servirà per apprenderli tutti sarà di circa dodici secondi. In Night in the Woods potete infatti solo saltare e interagire con gli oggetti. Gli sviluppatori hanno ridotto all’osso la componente di gameplay e l’hanno sacrificata sull’altare della narrazione. Il punto fondamentale su cui ruota tutta la produzione non è “cosa farà il giocatore” ma più che altro “la storia farà fare al giocatore”. Se siete degli amanti dei titoli frenetici o di giochi dove potete occuparvi di mille attività e decine e decine di cose da fare il gioco di Finji non fa per voi, se invece volete seguire una storia dai contorni poco nitidi, dove la componente narrativa traina tutta l’esperienza di gioco allora Night in the Woods potrebbe essere uno dei vostri game of the year. Nel corso del gioco la nostra protagonista Mae dovrà riallacciare i rapporti con i suoi coetanei che ha tenuto tanto distanti per via della sua lontananza dalla cittadina di origine, dovremo così uscire con loro, aiutarli con i loro problemi e, contemporaneamente investigare su quello che succede di notte nei boschi intorno a Possum Springs. 

Night in the Woods

L’arte e la tecnica di Night in the Woods

Ed è nella direzione artistica che Night in the Woods sprigiona il meglio di se e lo fa per un motivo molto semplice, è qui che si fondono insieme: la narrazione, le meccaniche di gioco e le componenti visuali. E’ infatti praticamente impossibile scindere le tre cose, nel titolo di Finji i tre elementi sopra riportati sono legati indissolubilmente tra loro perché le atmosfere, gli ambienti e le situazioni non sarebbero le stesse se anche una sola di queste componenti venisse meno. A dare ancora maggior valore a quanto appena scritto ci pensa la colonna sonora del gioco presente in ogni momento dell’avventura, come un amico che ci accompagna fino ai titoli di coda. Sempre parlando di direzione artistica non si può che lodare il comparto visivo, ispirato e emozionale come non se ne vedevano da tempo. Dal lato tecnico Night in the Woods si presenta con una struttura da avventura grafica e il titolo ovviamente non da nessun tipo di problema a livello di performance. 

Night in the Woods
 

Il verdetto

8 Il nostro voto

Night in the Woods rappresenta senza ombra di dubbio un progetto ispirato e coraggioso. Le avventure di Mae si snodano nella quotidianità di un paesino in pieno stile americano, con tutte le sue problematiche e tutte le sue contraddizioni. Il lavoro dei ragazzi di Finji è eccezionale dal punto di vista artistico e narrativo. E’ il gameplay la componente del titolo che soffre di più, quasi schiacciato da una narrazione che comanda ogni singolo secondo di gioco. Imperdibile per ogni amante delle avventure grafiche che si definisce tale.


Potete acquistare Night in the Woods per XBOX One su XBOX Store, per Playstation 4 su Playstation Store e per PC su Steam.

Night in the Woods

Mae Borowski abbandona gli studi e torna a casa in quel di Possum Springs, un’ex cittadina mineraria oramai in rovina, per riprendere la sua vita senza senso e riunirsi ai vecchi amici che aveva lasciato là. Ma le cose sono cambiate. Il suo luogo di origine sembra diverso adesso e gli amici sono cresciuti e cambiati. Le foglie cadono e il vento si fa sempre più freddo. Strane cose accadono quando calano le tenebre. Unisciti a Mae nel viaggio attraverso la sua città natale e nell’oscurità che si trova dall’altra parte. NIGHT IN THE WOODS è un gioco d’avventura basato sull’esplorazione, sulla storia e sul carattere, che presenta dozzine di personaggi da incontrare e tante cose da fare in un mondo lussureggiante e animato. Rompi gli oggetti, suona il basso, passa il tempo, cammina sui fili della corrente, salta da un tetto all’altro e, allo stesso tempo, scopri cose straordinarie e terribili che non avresti mai voluto sapere. Torna a casa e spreca la tua vita a Possum Springs.
Condividi.

L'Autore

Gamernews.it

Gamernews.it raccoglie le notizie dai migliori siti italiani di videogiochi,le classifica, le aggrega.
Resta sempre aggiornato