Scarica subito l'app di GamerNews.it! È gratis! Tutte le notizie dei tuoi videogiochi preferiti sempre con te!
Get it on Google Play  amazon app shop gamernews app

Recensione I Diari dell'Agente Morte Silenziosa - Arriva il secondo DLC di Wolfenstein II

Il silenzio è d’oro

Bethesda e MachineGames hanno rilasciato il secondo DLC per Wolfenstein II: I Diari dell’Agente Morte Silenziosa. Torniamo quindi ad eliminare nazisti in compagnia di Jessica Valiant e vediamo come se la cava questo secondo contenuto aggiuntivo per il superbo Wolfentesin II.

I Diari dell'Agente Morte Silenziosa

La trama de I Diari dell’Agente Morte Silenziosa

Facciamo subito una piccola premessa, la durata totale del DLC si attesta sul paio d’ore circa quindi qui vi raccontiamo semplicemente l’incipit del contenuto. Jessica Valiant è un’assassina superba, durante la Seconda Guerra Mondiale in compagnia del marito Jack hanno formato una coppia che i tedeschi ricordano ancora molto bene. Grazie a loro una moltitudine di bersagli molto importanti e pericolosi è stata eliminata. I due erano due assassini che agivano nell’ombra, una coppia perfetta. Ora però Jessica è sola, il marito è stato tradito e assassinato (non prima di aver subito torture abominevoli) dai tedeschi. Alla notizia della morte del marito Jessica si è trasferita in Brasile lasciando il suo passato alle spalle, questo fino a quando una lettera della Resistenza gli invia le coordinate dei tre responsabili della morte del compagno. Imbracciato di nuovo il fucile, Jessica è pronta a vendicare la morte dell’uomo della sua vita e non è decisamente di buon umore. Il DCL è composto da tre missioni dedicate rispettivamente all’eliminiazione di Hans Stiglitz, colui che torturò il marito fino alla morte, Chuck Lorentz, l’attore che vendette Jack ai nazisti e Gerhardt Dunkel la testa di tutta l’operazione. Esattamente come per il primo DLC: Le Avventure di Pistolero Joe arriverete ai titoli di coda in un paio d’ore, ma questo tempo sarà decisamente diverso rispetto a quello speso nella campagna principale di Wolfenstein II.

I Diari dell'Agente Morte Silenziosa

Il gameplay de I Diari dell’Agente Morte Silenziosa

A differenza del titolo originale, I Diari dell’Agente Morte Silenziosa offre un gameplay diametralmente opposto. Se infatti in Wolfenstein II era per lo più il fracasso e la distruzione quasi cinematografica di tutto quello che ci passava per mano ad essere al centro del gameplay, nell’ultimo DLC si da molto più peso all’azione stealth e alla silenziosità. Jessica, a differenza di Terror Billy, è infatti una letale assassina che agisce nell’ombra e prosegue pianificando le sue mosse con scrupolo e ingegno eliminando gli avversari uno dopo l’altro in una silenziosa danza di morte. Lo stealth e le uccisioni silenziose non sono accessorie ai fini del gameplay, ma sono la base per poter sopravvivere nel nuovo DLC, Jessica è infatti molto abile con le pistole ma ha una resistenza ai danni davvero ridotta che la rende debolissima negli scontri diretti. La possibilità di infiltrarsi in luoghi angusti è invece implementata molto meglio di quanto visto nella campagna principale di Wolfenstein II: The New Colossus, ne I Diari dell’Agente Morte Silenziosa possiamo utilizzare questa abilità senza far partire accidentalmente allarmi come accadeva prima e sarà anzi fondamentale per salvarci dal game over in più occasioni. Jessica ha un ulteriore asso nella manica, una sorta di bullet time che si attiva quando eliminiamo un nemico o quando veniamo scoperti. Quella manciata di microsecondi che ci consente di piazzare un proiettile nella fronte dell’avversario prima che questo si renda conto di averci davvero visto. Ma se la nostra azione “silenziosa” venisse scoperta? Nessun problema, in quel caso la cara vecchia sig. Valiant può estrarre un arsenale più rumoroso (ma per certi versi più efficace) e cercare di liberarsi degli avversari alla maniera di B.J. Blazkowicz! 

I Diari dell'Agente Morte Silenziosa

L’Arte e la tecnica de I Diari dell’Agente Morte Silenziosa

Parlare di direzione artistica quando si parla di Wolfenstein II e dintorni è sempre molto facile, anche in questo DLC i ragazzi di MachineGames hanno saputo dotare il titolo di una forte caratterizzazione. I personaggi sono sempre molto carismatici ed evocativi e la nuova protagonista è un personaggio decisamente completo. Peccato solo per la poca durata perché sarebbe stato decisamente interessante approfondire altri aspetti di Jessica e del suo carattere, magari della sua storia con il marito Jack e dei giorni della guerra. Per il resto il motore di gioco è reattivo come sempre e offre gli stessi pregi e difetti di quanto già rilevato nella recensione di Wolfenstein II: The New Colossus senza aggiungere o togliere molto dal punto di vista tecnico. 

I Diari dell'Agente Morte Silenziosa

Il verdetto

7,5 Il nostro voto

Quello che manca a I Diari dell’Agente Morte Silenziosa è la longevità. Il DLC di Wolfenstein II è infatti davvero breve e, una volta portato a termine, si ha quella sensazione di “e adesso?”. Di contro la storia è interessante e le ambientazioni ottime come sempre e il gameplay diversificato rispetto al titolo originale. Ora non ci resta che attendere con impazienza il terzo ed ultimo DLC delle Cronache della Libertà.

 

Potete acquistare I Diari dell'Agente Morte Silenziosa per XBOX One su XBOX Store, per Playstation 4 su Playstation Store e per PC su Steam.

Wolfenstein The New Colossus

America, 1961. L'eliminazione del generale nazista Deathshead è stata una vittoria temporanea, i nazisti hanno ancora il mondo in pugno. Vestirai i panni di BJ Blazkowicz, ovvero "Terror-Billy", membro della resistenza, terrore dei nazisti e ultima speranza dell'umanità.
Condividi.

L'Autore

Gamernews.it

Gamernews.it raccoglie le notizie dai migliori siti italiani di videogiochi,le classifica, le aggrega.
Resta sempre aggiornato