Scarica subito l'app di GamerNews.it! È gratis! Tutte le notizie dei tuoi videogiochi preferiti sempre con te!
Get it on Google Play  amazon app shop gamernews app

Recensione Defunct - Quando girano le ruote!

Robot, rotelle, salite e discese

Sono passati diversi anni da quando Walt Disney pubblicò Wall-E, ma siamo convinti che molti di voi ancora ricorderanno il tenero robot della casa di Topolino e le sue avventure. SOEDESCO ha da poco pubblicato Defunct, un titolo che con l’automa della casa di produzione americana ha diversi punti in comune.

Defunct

La storia di Defunct

In Defunct impersoniamo un piccolo robot che lavora in una nave cargo interplanetaria. La nostra vita da automa procede tranquilla, senza grossi intoppi, tutto fino a quel maledetto giorno in cui scivoliamo giù dall’astronave madre e ci troviamo su un pianeta terra post-apocalittico. La razza umana è scomparsa e il pianeta è abitato da robot di vari tipi, qui iniziano le prime similitudini con Wall-E, anche nel titolo SOEDESCO infatti ci ritroveremo in un pianeta terra dove la vita “umana” è sparita da parecchio tempo. Durante la nostra avventura dobbiamo fare di tutto per cercare di tornare sull’astronave madre nel più breve tempo possibile, se non altro prima che la nostra astronave parta per lo spazio profondo lasciandoci per sempre a terra. In Defunct dobbiamo quindi affrontare i vari livelli fino a raggiungere la nostra astronave.

Defunct

Il gameplay di Defunct

A differenza di Wall-E il nostro protagonista è però molto più mobile del personaggio Disney, infatti siamo dotati di una singola ruota che ci consente di muoverci a gran velocità attraverso i vari livelli. Il fulcro del gameplay di Defunct è dato dalla nostra abilità nello sfruttare le discese e le salite del titolo. Sfruttando la forza di gravità infatti in discesa il nostro robot prende velocità e dobbiamo essere in grado di utilizzare questa spinta guadagnata per affrontare le parti più ripide del livello. Le salite infatti rendono più lento il nostro eroe fino ad obbligarlo ad utilizzare il suo (danneggiato) motore manuale per portarci in posizione elevata e riprendere le discese fino alla fine del livello. Essere in grado di scegliere il percorso migliore, senza ostacoli e abbassarsi ed alzarsi è fondamentale per evitare di utilizzare il nostro motore e giungere il prima possibile alla fine del livello. L’impatto iniziale con Defunct non è dei più semplici da digerire, riuscire a coordinarci correttamente per sfruttare adeguatamente le discese per recuperare energia cinetica è infatti più complesso di quanto di possa immaginare, alle volte basta sbagliare il percorso per rischiare di vanificare tutti gli sforzi fatti per guadagnare la velocità necessaria a chiudere il livello. I livelli sono, generalmente, divisi in parti più piccole divise da check point che ci eviteranno la frustrazione di dover rifare tutto in caso sbagliassimo qualcosa o ci lasciassimo bulloni. I comandi di gioco rispondono molto bene e, una volta appresi, risulterà divertente ed appagante sfruttare a dovere la morfologia dei livelli per giungere alla fine degli stessi ancora intatti e pronti per il livello successivo. 

Defunct

L’arte e la tecnica di Defunct

Dal punto di vista artistico e tecnico la produzione SOEDESCO si attesta su livelli buoni anche se non raggiunge certamente l’eccellenza. La direzione artistica del titolo non è particolarmente ispirata, i robot presenti con la loro rotellina in dotazione si sono già visti più volte in diverse produzioni sci-fi. Anche se non è propriamente originale gli ambienti e i dialoghi presenti sono ben scritti e riescono a creare un’atmosfera surreale e divertente. Tecnicamente il motore di gioco si mostra in forma e non abbiamo notato rallentamenti di sorta durante le nostre prove. La resa grafica del titolo in cell-shading è molto buona e compre agevolmente alcune piccole magagne come texture non ad altissima risoluzione e un dettaglio generale non sempre esaltante. Dal punto di vista sonoro Defunct non fa segnare ne momenti di esaltazione ne momenti da raschiare il barile, insomma adeguata al contesto e senza troppa infamia ne lode.

Defunct

Il verdetto

7 Il nostro voto

Defunct è un titolo un po’ fuori dai canoni, un platform che mostra un sistema di gameplay diverso da quanto si vede solitamente in giro. La curva di apprendimento all’inizio è un po’ ripida ma niente di insormontabile, una volta digerito il sistema di “guida” è però molto divertente cercare di finire i vari livelli nel minor tempo possibile e riuscire a sfruttare la morfologia del terreno a proprio vantaggio.

 

Potete acquistare Defunct per XBOX One su XBOX Store, per Playstation 4 su Playstation Store e per PC su Steam.

Defunct

Defunct sarà presto disponibile per i PC Windows 10 e supporterà Xbox Play Anywhere. Acquistando la versione per Xbox One, sarà possibile giocare anche nei PC Windows 10 al momento del rilascio, senza costi aggiuntivi. Defunct è un gioco di avventura sviluppato indipendentemente, che si concentra sulla continuità, la velocità e un mondo coinvolgente. Nel gioco sei un robot guasto, che per sbaglio cade da una nave da carico gigante su un pianeta Terra post-umano, abitato da robot. Devi tornare sulla nave prima che sia troppo tardi! Sei equipaggiato con un motore di gravità. Serve a creare un campo gravitazionale diverso intorno a te ed è la fonte principale della tua velocità. Usalo in discesa per accelerare. Fai attenzione, però, perché in salita ti rallenterà. Oltre a questo, in questo mondo ci sono molti altri tipi di Sprint, come il PowerSucco, che puoi raccogliere e bere per andare più veloce.
Condividi.

L'Autore

Gamernews.it

Gamernews.it raccoglie le notizie dai migliori siti italiani di videogiochi,le classifica, le aggrega.
Resta sempre aggiornato

comments powered by Disqus